Palliativo

Un farmaco si definisce palliativo quando l'effetto proprio del principio attivo serve esclusivamente a arginare i problemi legati alla patologia ma non a eliminarli. La terapia palliativa viene consigliata ad un paziente qualora il personale medico ritiene che la malattia non può essere curata in modo decisivo, sia in senso temporaneo (ad esempio si aspetta che il quadro clinico si definisca) sia in senso generale, come il caso delle malattie per le quali non esiste ancora cura.

Il compito del farmaco palliativo non è quello di modulare gli effetti negativi della patologia, o di curarla, ma di attenuare i cosiddetti effetti secondari, tra cui spicca il dolore. Nel campo dell'oncologia, ad esempio, un esempio di principio attivo di natura palliativa è la morfina o uno dei suoi derivati che modula il dolore indotto dal tumore.

Tipi di farmaci palliativi

Virtualmente ogni farmaco può essere utilizzato a scopo palliativo in base all'esigenza medica. Le maggiori classi farmacologiche sono date dai farmaci che contengono, od eliminano, i dolori come, ad esempio, gli antinfiammatori, generalmente del tipo FANS, gli antiepilettici o i sedativi. Pagina riportante informazioni sui farmaci palliativi e sul loro uso in generale.

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©