Manometria anorettale

Tavola dei contenuti: Esecuzione e procedura - Controindicazioni

La rettomanometria o manometria anorettale è un tipo di analisi attraverso il quale è possibile misurare la pressione che si forma all'interno del tratto terminale dell'intestino, cioè nella zona dell'ano e del retto. La valutazione serve a stabilire la differenza di pressione tra lo stazionamento a riposo e durante la defecazione.

L'indagine serve a valutare, sebbe in modo non molto preciso, la funzionalità dei muscoli volontari dello sfintere anale e dei muscoli involontari del tratto del colon.

Esecuzione e procedura

Il paziente è invitato a invitato a rimanere rilassato per un intervallo di circa venti minuti previa inserzione di una sonda capace di valutare la pressione contrattiva a livello colon-anale. Successivamente, è chiesto di simulare l'atto di defecazione per la registrazione della forza applicata sulla sonda. In alcuni casi, il test è eseguito diverse volte.

Manometria anorettale
Esecuzione della procedura di manometria anorettale.

Controindicazioni

Il test non può essere effettuato in presenza di materiale fecale occludente la terminazione colon-rettale. Allo stesso modo, la presenza di ragadi anali, lacerazioni della mucosa, stati di infiammazione e neoplasie limitano, se non impediscono, l'esecuzione della procedura.

-- Box Box:Esami diagnostici not found --

Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©