Istoautoradiografia - istologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 27-07-2014 Revisionato il 01-02-2017
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

L'istoautoradiografia è una tecnica attraverso la quale è possibile rilevare una struttura (o anche un gruppo di molecole) all'interno di un campione. Questo procedimento è utilizzato nelle analisi istochimiche, ad esempio per ricercare specifiche classi organiche o strutture cellulari.

Il principio si basa sulla capacità di opportune molecole, marcate radioattivamente, di incorporarsi nelle strutture biologiche. Le molecole marcate possono essere rilevate, successivamente, attraverso differenti metodi, la maggior parte dei quali prevedono l'utilizzo di supporti simili a lastre fotografiche.

Protocollo

Il tessuto è prelevato ed è immediatamente posto in una soluzione, o in un terreno di coltura, contenente una molecola "tracciante", ad esempio glucosio con un carbonio radioattivo oppure un aminoacido con un fosforo, carbonio o idrogeno radioattivo. Il campione deve essere vitale, per questo motivo deve essere prelevato fresco dall'animale di riferimento. Subito dopo l'apposizione, il campione viene finemente sminuzzato.

Dopo qualche minuto, in base al protocollo utilizzato e al tipo di tessuto da analizzare, si provvede a mettere il campione in una nuova soluzione, oppure in un terreno di coltura, priva del tracciante, in questo modo la molecola marcata già assorbita dalla cellula non viene allontanata, mentre le molecole marcate presenti nella soluzione iniziale saranno lavate e smaltite.

Dopo alcuni intervalli di tempo che, anche in questo caso, dipendono dal tipo di analisi da effettuare, alcuni framenti del campione sono prelevati e associati ad una lastra fotografica. L'effetto radioattivo della molecola tracciante è "impresso" sulla pellicola fotografica che può essere evidenziato attraverso lo sviluppo e l'osservazione.

Vantaggi

I vantaggi della tecnica autografica riguardano la precisione e la relativa semplicità di esecuzione del protocollo. Inoltre, attraverso l'istoautoradiografia è possibile seguire lo spostamento della molecola, attraverso la valutazione della posizione del tracciante, e osservare differenti tipi di movimento intracellulare.

Svantaggi

Lo svantaggio principale deriva dalla necessità di avere un tessuto vitale e fresco; ad esempio prelevato da pochi minuti dall'animale. Inoltre, vista la presenza di materiale radioattivo è necessario utilizzare un laboratorio specifico e, di conseguenza, anche lo smaltimento dei rifiuti deve essere ponderato in base alla pericolosità del materiale radioattivo.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©