Tendinite

La tendinite è una infiammazione a carico del tendine, una struttura formata da tessuto connettivo che fa parte dell'apparato locomotore. La tendinite può essere un evento temporaneo oppure cronico e, solitamente, si manifesta con un dolore acuto a livello dell'articolazione. La presenza di un tendine infiammato, normalmente, limita o impedisce il movimento del ramo dell'articolazione a causa della comparsa del dolore.

La maggior parte delle tendiniti sono auto-limitanti, cioè si risolvono da sole, poiché l'entità dell'infiammazione è lieve. In alcuni casi, quando la tendinite è generata da un evento particolare e ripetuto nel tempo, ad esempio una sollecitazione meccanica da allenamento oppure da lavoro, la tendinite può necessitare di un trattamento particolare e prolungato nel tempo.

Cause delle tendiniti

La causa della tendinite è la sollecitazione dell'articolazione in condizioni di fatica prolungata, ad esempio a seguito di un intenso allenamento. Le tendiniti possono, inoltre, insorgere quando l'articolazione presenta delle malformazioni tali da rendere il lavoro del tendine difficile. Ad esempio, la presenza di malformazioni del tendine o delle strutture adiacenti può impedire il corretto lavoro di contrazione/estensione del tessuto tendineo e, di conseguenza, provocare una infiammazione.

Cause della tendinite
Cause delle tendiniti: nella maggior parte dei casi lo sforzo si traduce in danno meccanico che, se prolungato, può dare luogo alle infiammazioni del tendine.

In linea generale, l'insorgenza di tendiniti è da considerarsi normale durante i primi allenamenti di molte discipline. Questo avviene perché la struttura muscolare non è ancora sufficientemente sviluppata da accompagnare il corretto movimento del complesso scheletro-tendine-muscolo. L'allenamento, ed il mantenimento della massa muscolare e del tono muscolare previene la comparsa delle tendiniti.

Sport e tendiniti

La pratica dello sport aumenta la possibilità di incorrere in una infiammazione dell'articolazione. All'inizio di una nuova attività sportiva, la presenza di infiammazione post allenamento oppure post gara è da considerarsi normale. In base al tipo di sport, inoltre, ci sono alcune zone delle articolazioni più soggette a maltrattamento meccanico e, di conseguenza, maggiormente esposte all'insorgenza di stati infiammatori.

Trattamento e cura delle tendiniti

Il trattamento e la cura delle tendiniti varia in base ad alcuni fattori che, globalmente, ne definiscono la gravità. Il paziente che lamenta un dolore articolare, che potrebbe essere associato ad un episodio di infiammazione del tendine, deve per prima cosa recarsi dal proprio medico oppure da un equivalente professionista. La valutazione, anche su base della raccolta e dell'analisi dell'intensità del dolore, della presenza in termini di tempo e anche di ciò che potenzialmente lo ha causato, permette di definire una terapia risolutiva.

In linea generale, a seguito della comparsa del dolore da tendinite, i passi da seguire sono i seguenti:

  • Primi 1-7 giorni. Riposo assoluto, con limitazione - ove possibile - del movimento articolare. Il dolore può essere intenso. Bendaggi e steccature possono aiutare a limitare il movimento dell'arto.
  • Successivi 3 giorni. Il dolore inizia a diminuire, ma movimenti dell'articolazione netti e definiti possono causare una acutizzazione della sensazione di male.
  • Successivi 3 giorni. Il dolore è scompare e l'attivività muscolo-articolare può proseguire normalmente.

È importante comprendere che, specialmente durante i primi giorni, è assolutamente sconsigliato sollecitare la parte dolorante. La tendinite può evolvere, in negativo, in altri stati quali la tendinosi.

Trattamento farmacologico

In alcuni casi il dolore al tendine si protrae per diversi giorni. Il trattamento farmacologico è, normalmente, a base di FANS (Farmaci antinfiammatori non steroidei). I principi attivi operano sull'infiammazione diminuendone la forza e, allo stesso tempo, attenuando la sensazione di dolore. In linea generale, l'ibuprofene (ed i derivati) ed il naprossene sodico rappresentano le molecole di elezione per il trattamento del dolore da tendinite.

Le vie di somministrazione delle molecole appena menzionate possono essere varie. La possibilità di utilizzare delle compresse o del granulato, presente in "bustine", è senza dubbio comoda poiché permette l'assunzione in modo agevole. Tuttavia, l'assunzione tramite bocca dei FANS può provocare episodi di acidità di stomaco poiché le molecole possono aggredire la mucosa gastrica. Quando la tendinite è lieve è possibile applicare delle pomate oppure degli unguenti che permettono il rilascio topico del principio attivo.

Trattamento con il freddo

In alcuni, lievi casi, il dolore associato all'articolazione può essere alleviato raffreddando l'area dolente, attraverso alcuni specifici prodotti presenti sul mercato, oppure ponendo a contatto la zona con un oggetto freddo.

-- Box Box:Salute not found --

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©