Una zona ipoecogena o formazione ipoecogena rappresenta un'area di una ecografia che riflette scarsamente il segnale emesso dallo strumento. La zona ipoecogena è, di conseguenza, una porzione del tessuto differente dal tessuto circostante. In linea generale le zone ipoecogene rappresentano delle cisti o, comunque, delle formazioni benigne a differenza della zona iperecogena che rappresentano tessuti con una caratteristica "riflettente" maggiore. Quando il segnale scarsamente riflesso circoscrive una zona ben specifica, di formazione rotondeggiante, si descrive l'area come nodulo ipoecogeno.

La visualizzazione di una zona ipoecogena avviene poiché il segnale emesso dall'ecografo non è uniformemente assorbito dal target oppure viene oltrepassato dal bersaglio. Per questo motivo, il rilevatore, non è in grado di captare il segnale con una intensità tale da rendere, all'operatore, una rappresentazione "forte", dal punto di vista dell'ecografia.

Zona iperecogena e ipoecogena
L'emettitore dell'ecografo veicola verso il tessuto target delle onde che, in base al tipo e alla consistenza del tessuto, possono essere riflesse verso il rivelatore. Nei tessuti a formazione ipoecogena, si osserva una scarsissima riflessione delle onde e una conseguente visualizzazione di zone ipoecogene

Campi di uso

Significato formazione ipoecogene

La presenza di una o più formazioni/noduli ipoecogeni può essere interpretata in diversi modi. In linea generale, la scoperta di una zona a differente ecogenicità può assumere diversi significati in base all'organo di riferimento oppure alla storia clinica del soggetto. Per questa ragione, a seguito della rilevazione ipoecogena è sempre opportuno effettuare un controllo a distanza e, se necessario, un ulteriore tipo di valutazione mediante altro tipo di esame.

Sebbene il campo di uso del termine ipoecogeno sia quello relativo alla indagine ecografica che, per l'appunto, è un sistema di diagnosi basato sull'eco questa terminologia è usata anche per la valutazione di una radiografia, una TAC o una risonanza magnetica.

Localizzazione delle zone ipoecogene

Una zona ipoecogena può essere rilevata virtualmente in ogni distretto dell'organismo. Tuttavia i tessuti molli, ad esempio il muscolo o il tessuto epiteliale sono i luoghi nei quali è possibile rilevare dette strutture.

Zona ipoecogena del fegato

Il fegato può presentare zone ipoecogene e iperecogene. La presenza di un nodulo ipoecogeno epatico può essere segno di una lesione epatica benigna. La diagnosi precisa, tuttavia, è possibile solo attraverso indagini più mirate. Ad esempio, quando si rilevano noduli ipoecogeni nel fegato, è tendenza comune richiedere una risonanza con mezzo di contrasto per meglio definire l'area ipoecogena.

Zona ipoecogena nella tiroide

La formazione di un nodulo ipoecogeno nella tiroide può assumere diversi significati. Per questa ragione, è normalmente chiesto al paziente di procedere con una valutazione mediante ago aspirato.

Zona ipoecogena nel seno

La presenza di un nodulo ipoecogeno nel seno, anche se di dimensioni ridotte, può essere ricondotta ad una formazione benigna, ad esempio a un fibroadenoma. La valutazione specialistica è sempre opportuna, anche attraverso l'eventuale esame bioptico.

Pagine correlate

Analisi diagnostiche

Pagine simili

Commenti alla pagine

Inserisci il nome qui il 2017-11-28 11:20:25

Ma è un tumore la zona iperecogena ribaltare?

Anonymous il 2018-01-06 11:41:11

Formazione ipoecoegena zona aorta preombelicare cosa è e cosa fare 

wiki ver.... ©