Cisti del testicolo - andrologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 01-03-2015 Revisionato il 04-04-2019
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Cause della formazione - Tipi di cisti - Sintomi - Diagnosi - Cura - Riassunto

Le cisti del testicolo o cisti testicolari rappresentano delle formazioni che si presentano all'interno del testicolo; le cisti possono essere di differenti dimensioni ma, nella maggior parte dei casi, hanno forme sferiche con diametro di pochi millimetri anche se, in rare eccezioni, alcune cisti raggiungono il centimetro.

Alcune cisti possono generare un dolore acuto oppure non localizzato a livello dei genitali. Qualora il dolore fosse persistente, o aumentasse d'intensità, è opportuna la valutazione dal medico oppure dal professionista sanitario equivalente.

La presenza di una o più cisti non è da considerarsi patologica, poiché il loro decorso non porta alla formazione di patologie importanti, quali ad esempio il tumore del testicolo o il varicocele, e - nella maggior parte dei casi - è del tutto asintomatica.

Cause della formazione

Le cisti si formano spontaneamente a seguito di microlesioni, ad esempio dopo un evento di schiacciamento del testicolo, oppure possono essere congenite. In quest'ultimo caso, la cisti è dovuta agli eventi fisiologici di espansione dei testicoli, durante la loro crescita e maturazione. I testicolo sono organi esposti e, per questa ragione, possono essere soggetti a microtraumi e formare, nel corso degli anni, delle formazioni cistiche.

Tipi di cisti

Le cisti del testicolo si possono classificare in due categorie: le cisti intratesticolari e le cisti superficiali. Le cisti intratesticolari si radicano all'interno del tessuto testicolare e, normalmente, non sono visibili se non con una ecografia testicolare, mentre le cisti superficiali possono essere rilevata anche attraverso l'autopalpazione dei testicoli, e assumono una forma più o meno dura e immobile. A tal proposito, è utile sapere che le cisti del testicolo differiscono delle cisti dell'epididimo giacché queste ultime, al tatto, sono mobili.

Cisti del testicolo
Tipi di cisti del testicolo: epididimale, superficiale e intratesticolare.

Sintomi

Cisti e andrologo

Normalmente le cisti del testicolo rimangono confinate e appaiono come delle piccole palline, dure al tatto. Tuttavia, a intervalli regolari, è sempre opportuno valutare una visita medica dall'andrologo, specialmente quando la ciste appare dolente al tatto o irregolare.
Le cisti al testicolo, sia interne sia superficiali, la maggior parte delle volte sono silenti e non modulano alcun sintomi. Soltanto in alcuni casi, ad esempio quando sono in prossimità del dotto deferente, possono causare dei fastidi più o meno pronunciati, ad esempio senso di pesantezza al testicolo oppure dolore più o meno acuto.

Cisti e fertilità

La cisti propria del testicolo non ha alcun effetto tangibile sulla fertilità dell'individuo e, per questo motivo, non diminuisce né la qualità dello sperma (da intendersi come vitalità e quantità degli spermatozoi né la quantità di liquido seminale. Un discorso a parte va affrontato per le cisti dell'epididimo che, se troppo grosse, possono ostacolare il passaggio dello sperma nei condotti. In questo caso, la fertilità può essere compromessa ed è utile, al fine di valutazione, consultare l'andrologo.

Diagnosi

La diagnosi della cisti al testicolo avviene grazie all'utilizzo dell'ecografia testicolare, mediante uno strumento che serve ad apprezzare il parenchima dell'organo. Il medico valuta immediatamente la presenza della cisti e, attraverso lo strumento stesso, può valutare la dimensione e la consistenza. In base alle ecografie precedenti, inoltre, può stabilire se la cisti ha subito una variazione di diametro e di volume.

Cura

Nella maggior parte dei casi le cisti al testicolo sono asintomatiche e non influenzano né la fertilità né il funzionamento ghiandolare del testicolo. Normalmente, una cisti, tende a rimanere stabile con una variazione della dimensione pressoché trascurabile. Per queste ragioni l'intervento all'organo è una eventualità da escludere, salvo differenti valutazioni da parte del medico andrologo.

Asportazione della cisti del testicolo

L'operazione alla cisti del testicolo, con relativa asportazione, non è un evento frequente. La presenza della ciste, come illustrato, nella maggior parte dei casi non è correlata a particolari patologie ma soltanto a locali fastidi. In alcuni casi, ad esempio quando il dolore o la pesantezza al testicolo inficia sullo stile di vita dell'indiividuo, è possibile operare la cisti testicolare attraverso un intervento chirurgico.

Riassunto

  • Le cisti del testicolo sono formazioni pressapoco sferiche, piene di liquido, presenti nei testicoli.
  • Possono essere più o meno dolorose.
  • L'intervento di rimozione di una cisti al testicolo consiste nell'asportazione chirurgica della sacca.
  • Le cisti al testicolo non sono in nessun modo correlate al tumore al testicolo né in caso di presenza di una cisti testicolare, il paziente, può avere più probabilità di contrarre un cancro al testicolo.

-- Box Box:Salute not found --

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
Unknown user avatar

Inserisci il nome qui il 2018-01-18 01:19:35

Cisti picola del epididimo puo fare sterilita solo cisti altro nellnorma

Unknown user avatar

Anonymous il 2019-06-14 19:09:46

Una cisti al testicolo può mettere anni e anni per scomparire?

Unknown user avatar

Anonymous il 2019-08-27 12:39:03

Salve, è da qualche giorno ke mi sono accorto di una piccola pallina al testicolo sinistro , non mi da fastidio .. All'inizio pensavo fosse un brufolo ho un pelo ke non riusciva ad uscire ma in realtà non è così. È uguale a un brufolo però mi sto preoccupando, ke mi consigliate di fare???

wiki ver.... ©