Testicolo

I testicoli sono organi pari e parenchimatosi dell'apparato riproduttore maschile. Negli animali provvisti di colonna vertebrale, appartenenti al phylum dei cordati sono presenti all'esterno del corpo, dentro la sacca scrotale, esposti fisiologicamente ad una temperatura inferiore a quella del corpo. 

I testicoli sono delle ghiandole, giacché producono l'ormoni sessuali conosciuto come testosterone.

In un discorso più generale, analizzando anche altri phyla animali, i testicoli rappresentano le gonadi maschili.

Posizione dei testicoli
Posizione dei testicoli.

Funzioni fisiologiche

Il testicolo è un organo importante per la riproduzione sessuata, poiché all'interno avviene la spermatogenesi. Inoltre, il testicolo si comporta da ghiandola poiché produce il testosterone, un importante ormone che modula differenti tratti morfologici e comportamentali, tra cui l'aggressività, il carattere e la comparsa più o meno marcata dei cosiddetti caratteri sessuali secondari.

Funzioni del testicolo

Funzioni principali del testicolo: spermatogenesi e biosintesi del testosterone.

Spermatogenesi

All'interno dei testicoli avviene la spermatogenesi, un processo che varia da specie a specie che ha il compito finale di produrre gli spermatozoi. Nella riproduzione sessuata, caratteristica di molti animali, lo spermatozoo prodotto nel testicolo feconderà l'ovocita prodotto nell'ovario (anatomia).

Ad un esame macroscopico, senza cioè ricorrere alla microscopia, i testicoli estratti dalla sacca scrotale appaiono di colore biancastro. Questo perché la tunica esterna di questi organi appare di colore bianco ed è, per questo motivo, indicata come tunica albuginea.

Il testicolo è diviso in lobuli da setti di natura connettivale, una caratteristica comune ad altri organi parenchimatosi. Un tessuto fibroso si insinua fino al mediastino del testicolo sfociando nella rete testis. Il mediastino testicolare coincide con l'ilo.

All'interno dei setti ci sono i tubuli seminiferi che sono distribuiti ad anse lungo un ipotetico asse che dall'esterno guarda verso il mediastino testicolare. Nei tubuli avviene la spermatogenesi.

Biosintesi del testosterone

Il testosterone è un ormone prodotto dal testicolo e, nella donna, dall'ovario. Nel testicolo, è sintetizzato dalle cellule di Leydig in risposta a un complesso meccanismo di feedback controllato dall'ipofisi.

Anatomia umana

La posizione anatomica dei testicoli, nell'uomo, si consolida prima della nascita, o subito dopo. Durante lo sviluppo fetale i testicoli maturano dentro l'addome e, lentamente, discendono fino a posizionarsi all'interno del sacco scrotale. La mancata discesa di uno o più testicoli prende il nome di criptorchidismo e deve essere attentamente valutata dal medico o dallo specialista.

Morfologia

I testicoli hanno un volume di circa 12cc e hanno una forma simile a una oliva, con una schiacciatura che li rende ovoidali. L'asse maggiore si estende dal cordone spermatico alla faccia inferiore dell'organo. Le dimensioni dei testicoli variano da individuo a individuo e, mediamente, si attestano in una lunghezza di 3cm e una larghezza di 2 cm. Questi valori, possono variare in base a numerosi fattori, ad esempio durante un rapporto sessuale i testicoli sono più voluminosi poiché ricevono un notevole afflusso di sangue.

Per quanto riguarda la disposizione spaziale, i testicoli possono collocarsi in modo asimmetrico rispetto a un ipotetico piano trasversale. La presenza di un testicolo più alto o più basso rispetto all'altro è una condizione comune a molti individui e non desta particolare preoccupazione.

Limiti e posizione

Nessun limite netto. All'interno dello scroto i testicoli non sono liberi ma sono immobilizzati dal legamento testicolo-scrotale e dal funicolo spermatico.

Posizione dei testicoli rispetto alla cavità addominale.
Testicoli in posizione asimmetrica Testicoli criptorchidismo monolaterale Testicoli criptorchidismo bilaterale
Testicoli asimmetrici, ma fisiologicamente normali. Criptorchidismo monolaterale. Criptorchidismo bilaterale o totale.

Vascolarizzazione

I testicoli sono irrorati dalla arteria testicolare che si potrae internamente passando dall'ilo. Il refluo passa attraverso il complesso pampiniforme.

Patologie

Le patologie associate al testicolo sono diverse e spaziano dalla semplice infiammazione, che prende il nome di orchite a eventi ben più gravi quali il tumore del testicolo, che rappresenta - tuttavia - una patologia trattata in modo soddisfacente attraverso la chemioterapia. Un altro evento, di natura grave, è rappresentato dalla torsione del funicolo spermatico che avviene quando il testicolo - a causa di diversi eventi - gira lungo il proprio asse interrompendo l'afflusso di sangue verso l'organo.

Il criptorchidismo è una condizione relativa al mancato posizionamento dei testicoli nella sacca scrotale; in questa circostanza un testicolo o ambedue non hanno raggiunto la sacca scrotale, rimanendo alloggiati all'interno dell'addome. Il criptorchidismo è legato all'insorgenza del tumore del testicolo.

Varicocele

Il varicocele rappresenta un evento patologico legato alla dilatazione delle vene che irrorano i testicoli. La presenza di un quantitativo insufficiente di sangue può portare a un abbassamento della produzione di spermatozoi.

Principali patologie del testicolo
Patologia Sintomi Descrizione
Cisti del testicolo Normalmente assenti La cisti del testicolo rappresenta una formazione non tumorale, di varia origine, nella quale è presente una matrice semisolida isolata da una membrana. Le cisti, la maggior parte delle volte, sono silenti e vengono osservate soltanto a seguito di analisi particolari, quali ad esempio l'ecografia testicolare
Criptorchidismo Mancata comparsa di uno o di ambedue testicoli; sacca scrotale di volume sospetto. Il criptorchidismo è una condizione da valutare attentamente poiché può inficiare la fertilità e, in alcuni casi, può essere associata al tumore del testicolo.
Orchite Dolore e gonfiore Infiammazione del testicolo, causata da differenti eventi.
Torsione funicolare Dolore intenso. Nella torsione funicolare, il testicolo ruota lungo uno dei due assi e impedisce il normale afflusso e deflusso di sangue. Il paziente deve prontamente essere valutato per ripristinare il corretto funzionamento dei vasi sanguigni.
Tumore del testicolo Dolore del testicolo, presenza di una massa solida percepibile al tatto. Il tumore del testicolo primario è una neoformazione maligna che inizia la proliferazione all'interno dell'organo. Presenta una medio-alta malignità ma - allo stesso tempo - risponde positivamente ai trattamenti chemioterapici.
Ipertrofia testicolare Testicolo gonfio e visibilmente aumentato di volume, talvolta dolente. Le cause dell'ipertrofia testicolare possono essere diverse e vanno attentamente valutate dal medico andrologo, o dalla figura professionalmente equivalente.
Ipotrofia testicolare Testicolo di ridotto volume. L'ipotrofia testicolare può generarsi da differenti cause. Il varicocele, ad esempio, può portare a una marcata ipotrofia del testicolo. Un altro scenario, perfettamente compatibile con l'ipotrofia testicolare, deriva dall'assunzione di testosterone endogeno, comune nella pratica del doping. In questo caso l'ipotrofia è, solitamente, accompagnata da ginecomastia.
Varicocele Dolore al testicolo, infertilità. Il varicocele è una patologia, solitamente risolvibile, che deriva dalla mancata affluenza di sangue ai testicoli per via di una dilatazione dell'arteria testicolare.

Dolore al testicolo

Il dolore al testicolo deve essere sempre valutato con attenzione dal medico competente, il quale ha il compito di determinare la causa e proporre la terapiaappropriata. In alcuni casi, il dolore è il risultato dell'infiammazione del tessuto formante l'organo, mentre in altri casi può derivare da un evento traumatico, dall'infezione oppure dalla presenza di una cisti superficiale oppure di un tumore.

Schiacciamente del testicolo

Lo schiacciamento di un testicolo è un evento molto frequente. La compressione dell'organo arreca, immediatamente, molto dolore che può protarsi per diversi giorni. La maggior parte delle volte, il testicolo è involontariamente schiacciato a seguito della presa di una particolare postura o seduta. In questi casi, è opportuna la visita del medico professionista il quale può valutare, anche attraverso una ecografia o un doppler la presenza di danni al testicolo.

Asportazione dei testicoli

In alcuni casi è necessario un intervento chirurgico per l'asportazione dei testicoli, ad esempio a causa di un tumore. In questo caso, in base al tipo di malattia, si procede all'asportazione di un singolo testicolo in una operazione chiamata orchiectomia monolaterale, oppure di ambedue, definita bilaterale. I soggetti che, a seguito di operazione chirurgica, presentano un singolo testicolo superstite possono condurre una vita sessuale normale, giacché - nella maggior parte dei casi - il singolo testicolo residuo può modulare la propria attività fisiologica, integrando la "mancanza" generata dall'asportazione dell'altro testicolo.

Nei casi di asportazione bilaterale il soggetto difetterà della produzione di ormoni sessuali maschili. La moderna pratica medica, tuttavia, riesce a limitare gli effetti secondari consigliando al paziente un piano di conservazione del livello di testosterone attraverso delle semplici iniezioni dell'ormone.

L'esportazione dei testicoli, specialmente se coinvolge anche i vicini linfonodi, può tuttavia inficiare la sessualità limitando la capacità di raggiungere una soddisfacente erezione.

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©