Gonade maschile - zoologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 03-02-2015 Revisionato il 27-05-2018
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Spermatogenesi - Patologie - Pagine correlate

La gonade maschile è l'organo deputato alla produzione degli spermatozoi negli animali che utilizzano la  riproduzione sessuata come strategia di riproduzione. La definizione di gonade maschile, almeno dal punto di vista morfologico, non è del tutto eterogenea poiché sia la forma, sia la posizione della gonade può variare da specie a specie.

Le gonani maschili, inoltre, rappresentano gli organi deputati alla produzione degli ormoni sessuali rappresentati dalle molecole che hanno una preminente azione di modulazione delle caratteristiche sessuali dell'individuo.

Nell'uomo, il testicolo rappresenta la gonade sessuale che ha il compito di mediare la spermatogenesi e la modulazione della sintesi, attraverso un complesso sistema a feedback, degli ormoni sessuali tra i quali spicca il testosterone.

Funzione delle gonadi maschili
Le funzioni delle gonadi maschili sono delineate nella produzione degli spermatozoi e nella biosintesi, sotto modulazione, degli ormoni sessuali.

Spermatogenesi

La spermatogenesi rappresenta il processo attraverso il quale, nella gonade maschile, sono prodotti gli spermatozoi. Dal punto di vista genetico, la spermatogenesi è un processo riduzionale poiché il numero dei cromosomi presenti nella linea staminale - formata dagli spermatogoni è dimezzato. Nell'uomo, ad esempio, il numero di cromosomi della linea germinale è pari a 46. Nella fase della spermatogenesi definita meiosi il corredo cromosomico è dimezzato e garantisce la presenza di 23 cromosomi nello spermatozoo maturo.

Posizione

La posizione delle gonadi maschili può variare da specie a specie. Nei pesci, ad esempio, le gonadi sono interne. Nell'uomo le gonadi maschili, che prendono il nome di testicoli, sono poste all'esterno, più precisamente, dentro la sacca scrotale. Nel corso dell'evoluzione le strategie, per quello che concerne la riproduzione sessuata, divergono da specie a specie; ad esempio in Homo sapiens la posizione esterna delle gonadi ha garantito una migliore spermatogenesi poiché la temperatura minore, più vicina a quella ambientale che a quella corporea, coadiuva una migliore produzione di spermatozoi.

Le gonadi maschili, quando presenti in coppia, normalmente, possiedono la stessa volumetria. In alcuni casi, una gonade può morfologicamente variare leggermente rispetto all'altra; sempre nell'uomo, a titolo di esempio, è facile riscontrare una maggiore volumetria di un testicolo rispetto all'altro. Quando la differenza di volume è di lieve entità si ritiene questa particolarità del tutto fisiologica e non degna di alcun ulteriore approfondimento.

Patologie

Al pari di qualsiasi altro organo, anche le gonadi maschili possono presentare delle patologie più o meno gravi. In linea generale, vista la funzione dell'organo, una patologia a livello della gonade determina quasi sempre l'infertilità. Alcune patologie abbastanza comuni sono le seguenti:

Pagine correlate

Percorso di Zoologia

Etologia: Etogramma, benessere animale.
Diversità animale: Cnidaria.
Diversità comportamentale: Bioluminescenza (luciferina e luciferasi).

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©