Cuore

Tavola dei contenuti: Anatomia - Patologie

Il cuore è un organo cavo, sacciforme, impari e mediano. È totalmente avvolto dal pericardio che è una sacca connettivale di tipo sieroso. La sua funzione è quella di ricevere il sangue deossigenato dalle vene, pomparlo verso i polmoni dove avverrà lo scambio anidride carbonica-ossigeno, riceverlo nuovamente per spingerlo, attraverso le arterie, verso i tessuti periferici.

Nell'uomo la circolazione sanguigna si definisce doppia e completa nel senso che il sangue venoso non si mischia mai al sangue arterioso e prosegue lungo due circoli differenti: quello polmonare e quello periferico. Per questo motivo il cuore è diviso, longitudinalmente, in due metà che non sono comunicanti tra loro: la parte sinistra e la parte destra. Queste due parti, a loro volta, sono suddivise trasversalmente per formare gli atri (superiori) a forma pressoché cubica ed i ventricoli (inferiori) a forma più o meno cilindrica/piramidale. Tra gli atri ed i ventricoli c'è una diretta comunicazione attraverso le cosiddette valvole cardiache: a destra c'è la valvola tricuspide ed a sinistra la valvola bicuspide o mitrale.

Anatomia

Il cuore è posto all'interno della cavità toracica, nella zona del mediastino ed è accompagnato, a sinistra e a destra, dai polmoni, L'apice del cuore è rivolto verso la faccia sinistra. L'organo è meccanicamente protetto sia dal pericardio sia dalla gabbia toracica, che agisce da scudo nei confronti di eventi traumatici, potenzialmente letali.

Tessuti cardiaci

Il cuore è formato da tessuto muscolare di tipo striato e involontario e da tessuto connettivo. Il tessuto muscolare è chiamato miocardio. Una caratteristica peculiare dell'organo è che, pur possedendo un tessuto muscolare di tipo striato, possiede un meccanismo di contrazione non controllato volontariamente. Il muscolo striato si contrae, normalmente, in modo volontario, ad esempio durante l'atto di afferrare un oggetto i muscoli del braccio e della mano sono volontariamente controllati dai centri motori sovrassiali e dal cervelletto. Nel cuore, invece, il battito cardiaco è generato in modo del tutto involontario.

Cuore e tessuti cardiaci

Tessuti cardiaci.

Il muscolo liscio, normalmente involontario, non è presente nel cuore poiché, rispetto allo striato, fornisce una capacità contrattile minore. La presenza del muscolo striato, in sintesi, rappresenta la soluzione ideare per sviluppare l'elevata forza di contrazione necessaria per spingere il cuore nel sistema circolatorio.

Limiti e posizione

Il cuore, attraverso il pericardio confina anteriormente con la zona sterno-costale, lateralmente con la faccia mediastinica dei polmoni e posteriormente con i bronchi extrapolmonari, con l'esofago, con l'arteria toracica e con la vena azigos.

Rapporti principali del cuore 

Principali rapporti del cuore

Vascolarizzazione

Al pari di ogni altro organo il tessuto cardiaco deve essere irrorato costantemente da sangue. Le arterie coronarie sono le prime arterie ad emergere dal primo tratto dell'aorta e decorrono lungo il solco coronario del cuore.

Le coronarie emettono dei rami che non si anastomizzano tra loro; in altre parole ogni ramo serve soltanto una zona specifica del cuore e qualora il ramo non dovesse funzionare, ad esempio per una occlusione interna, si verifica un infarto ovvero la mancata irrorazione di una parte del cuore.

Le arterie coronarie danno origine, con le loro ramificazioni alle vene cardiache che sono fortemente anastomizzate tra loro. Il sangue venoso viene raccolto a livello dell'atrio destro.

Patologie

Il cuore è un organo molto resistente; durante il corso della vita può pulsare circa 3 miliardi di volte. Alcune patologie, tuttavia, possono interessare - in maniera più o meno grave - il cuore; queste alterazioni del normale funzionamento possono essere di natura congenita, infettiva, circolatoria e - raramente - tumorale.

  • L'infarto del miocardio è uno tra i principali eventi che colpisce la popolazione occidentale; deriva dall'occlusione dei vasi che irrorano il miocardio e dalla condizione di sofferenza che ne deriva.
  • Le malofrmazioni congenite rappresentano delle variazioni della struttura cardiaca rispetto alla normale morfologia; possono essere silenti e non essere diagnosticate fino alla comparsa di uno o più sintomi cardiaci. La loro severità varia in base a numerosi fattori, ad esempio in base al tipo di malformazione.
  • La miocardite è un evento di natura infiammatoria che è causato da diversi agenti eziologici; alcune miocarditi sono causate da virus, altre da batteri.

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©