Faringe

Tavola dei contenuti: Anatomia - Funzione

AnatoBox

Nome: Faringe
*NA*
Sistema/Apparato:Apparato digerente
Morfologia:Tronco conica, con l'apice rivolto verso il basso
Limiti: Anteriore:cavità nasali, cavità buccale, superiore: volta cranica, inferiore: esofago e laringe
Organo di passaggio dell'aria e del bolo, che partecipa attivamente alla deglutizione

<

La faringe è un organo cavo, di tipo impari, che fa parte dell'apparato digerente e dell'apparato respiratorio. Ha una forma tronco-conica, con la base in posizione superiore in diretto rapporto con la volta cranica. È divisa in tre sezioni: la rinofaringe, in rapporto con le cavità nasali, l'orofaringe che è in rapporto con l'istmo delle fauci e con la bocca, e la laringo-faringe che è il tratto che sfocia nell'esofago.

La faringe presenta due aperture, situate in posizione frontale: le coane e l'istmo faringeo. La prima apertura permette il passaggio dell'aria da e verso le aperture nasali, il secondo sia dell'aria sia dell'eventuale cibo.

Anatomia

La faringe è formata da strati di tessuto che, dall'interno verso l'esterno, sono i seguenti:

  • Tonaca mucosa, con epitelio batiprismatico pseudostratificato ciliato. Il termine pseudostratificato indica che non tutte le cellule riescono a raggiungere la superficie, rimanendo "intrappolate" tra le altre cellule.
  • Fascia fibroelastica, di natura connettivale.
  • Tonaca muscolare, che presenta muscoli striati costrittori e elevatori. I muscoli costrittori sono disposti con una parziale sovrapposizione l'uno sull'altro e sono importanti per i processi di deglutizione. I muscoli elevatori, invece posizionano la faringe e la laringe durante la deglutizione.
  • Tonaca avventizia, anch'essa di natura connettivale.

Limiti e posizione

La faringe è situata posteriormente alla cavità buccale ed alla cavità nasale. Inferiormente confina, senza nessuna interruzione, con l'esofago.

Rapporti della faringe

Limiti della faringe.

Vascolarizzazione

La faringe è vascolarizzata dalle carotidi esterne mentre il circolo refluo è tributario della vena giugulare interna.

Funzione

Dalla faringe passa sia il bolo che l'aria inspirata ed espirata. Il cibo è masticato nella cavità buccale, triturato grazie ai denti, e passa attraverso l'istmo delle fauci nella porzione della faringe definita orofaringe. Qui, grazie alla contrazione di un iniziale tratto di muscolatura striata, viene spinto verso l'esofago e contemporaneamente viene inumidito per facilitare il passaggio negli organi sottostanti che, nonostante la possibilità di espansione, presentano un lume relativamente stretto.

La mucosa faringea è provvista di cellule ciliate che hanno il compito di coadiuvare la discesa della componente umida che transita in essa.

La mucosa faringea secerne un muco che ha il compito di accompagnare il bolo minimizzando l'attrito tra questo ed i canali digestivi.

Apparato digerente

Organi: Bocca, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue (duodeno, digiuno, ileo), intestino crasso (colon ascendente, colon trasverso, colon discendente, colon sigmoideo, retto), ano.
Patologie infiammatorie: Enterite, celiachia, morbo di Chron.
Intolleranze e allergie alimentari: Intolleranze alimentari (intolleranza al lattosio, intolleranza alla cioccolata), allergie alimentari.

Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©