Bulbo - anatomia umana

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 11-11-2014 Revisionato il 01-01-2015
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Limiti e posizione - Funzione. - Descrizione.

-- Box Template:Anatomia not found --
Il bulbo è un organo nervoso, di tipo impari, direttamente legato al midollo spinale che fa parte del tronco encefalico di forma simil-conica; misura circa 3 centimetri lungo il suo asse maggiore e 2 centimetri di diametro. 

Limiti e posizione

Il bulbo fa parte del tronco encefalico. Confina inferiormente con il midollo spinale tramite solco bulbo-midollare e superiormente con il ponte di Varolio tramite il solco bulbo-pontino.

Funzione.

Dal bulbo emergono, grazie ai rispettivi nuclei, i nervi cranici. A livello delle decussazioni delle piramidi avviene l'incrocio dei fasci nervosi motori (fibre piramidali).

Descrizione.

Il bulbo, che fa da tramite tra midollo e ponte, è leggermente più spesso del midollo e misura circa 3-4 cm. In posizione antero-laterale presenta due ingrossamenti, chiamati olive bulbari, nel mezzo delle quali ci sono altri ingrossamenti chiamati piramidi.

Nelle piramidi i fasci efferenti della via cortico-spinale decussano portandosi nell'antimero opposto.

Dal bulbo emergono alcuni nervi encefalici, precisamente il nervo accessorio (XI), ipoglosso (XIIvago (X) e glossofaringeo (IX). Tra bulbo e ponte emergono i nervi cranici cocleare (VIII) e faciale (VII).

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©