Esofago - anatomia umana

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 15-11-2014 Revisionato il 05-08-2018
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

AnatoBox

Nome: *NA*
*NA*
Sistema/Apparato:*NA*
Morfologia:*NA*
Limiti: *NA*
*NA*

L'esofago è un organo cavo che fa parte dell'apparato digerente. È un punto di comunicazione tra la faringe e lo stomaco. In esso transita il bolo, rappresentato dal cibo masticato nella cavità buccale e umidificato dalla saliva, che sarà indirizzato alla fase definita di digestione.

Anatomia

L'organo misura circa 25 cm, ha un aspetto tubulare ed è contiguo alla laringe, con la quale - almeno nel tratto iniziale - presenta alcune affinità strutturali. Non è un organo peritoneale anche se, oltrepassato il diaframma si riveste parzialmente di peritoneo. L'esofago, subito dopo aver varcato il diaframma, si presenta a livello dello stomaco nella zona cardia dalla quale deriva il nome dell'omonima valvola.

L'interno non è regolare, ma finemente pieghettato; la presenza delle pieghe permette l'espansione dell'organo durante il transito del bolo. Nemmeno il calibro è regolare, poiché presenta quattro restringimenti: all'origine, in rapporto con l'arco aortico, in rapporto con il bronco sinistro e un ultimo restringimento a livello del diaframma.

L'esofago è costituito da quattro tonache:

Limiti e posizione

L'esofago contrae rapporti con numerosi organi. È contiguo alla superiore faringe e posteriormente, fino alla quarta vertebra toracica contrae rapporto dapprima con la sola colonna vertebrale e successivamente anche con l'aorta discendente. Anteriormente, nella parte superiore al diaframma contrae rapporti con la trachea, il bronco di sinistra, e il pericardio. Una volta trapassato il diaframma prende rapporto anteriore con il lobo destro del fegato. Inferiormente sfocia nello stomaco.

Esofago
Rapporti, limiti e posizione dell'esofago.

Vascolarizzazione

La vascolarizzazione è garantita dall'arteria tiroidea inferiore, dall'arteria bronchiale e dall'aorta toracica. Il flusso refluo è tributario della vena porta.

Apparato digerente

Organi: Bocca, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue (duodeno, digiuno, ileo), intestino crasso (colon ascendente, colon trasverso, colon discendente, colon sigmoideo, retto), ano.
Patologie infiammatorie: Enterite, celiachia, morbo di Chron.
Intolleranze e allergie alimentari: Intolleranze alimentari (intolleranza al lattosio, intolleranza alla cioccolata), allergie alimentari.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©
-