Salute e benessere: Emoderivato

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 11-05-2016 Revisionato il 18-01-2017
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Screening degli emoderivati e sicurezza - Estrazione degli emoderivati

Gli emoderivati sono una classe di farmaci direttamente ottenuti dal sangue di un donatore volontario. L'emoderivato può essere rappresentato da una solo tipo di elemento figurato, ad esempio dalle piastrine o dagli eritrociti o globuli bianchi, oppure dal plasma sanguigno.

In alcuni casi, contestualmente all'azione di estrazione degli emoderivati, il paziente può ricevere una plasmaferesi che rappresenta uno screening in tempo reale di corpi e sostanze presenti in quantità anomala.

Screening degli emoderivati e sicurezza

Al fine di garantire la sicurezza degli emoderivati, al pari di qualsiasi altra donazione, il protocollo di screening operato sui donatori è molto severo. Questa particolare attenzione permette di rendere praticamente sicuro l'emoderivato e di prevenire contagi di alcune malattie trasmissibili quali, ad esempio, l'HIV, o alcune epatiti.

Estrazione degli emoderivati

Il donatore, previo screening, è sottoposto a un prelievo e il sangue viene elaborato da apposite macchine che funzionano da centrifughe. In questo modo è possibile separare, grazie al diverso peso, gli elementi e sottrarli dalla miscela sanguigna. In genere, il frazionato non utilizzato e introdotto nuovamente in circolo e, il donatore, subisce uno stress minore rispetto a un potenziale prelievo intero.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©