Iperglicemia

L'iperglicemia è una condizione, temporanea o patologica, legata all'eccessiva concentrazione di glucosio nel sangue. Nel corso della giornata, specialmente a seguito dei pasti, piccoli aumenti della glicemia sono del tutto fisiologici; un organismo sano è capace di riportare la glicemia a valori normali in 10-30 minuti.

Il valore normale di glicemia, a digiuno, è di circa 90-110mg/dL di glucosio disciolto nel plasma, valori superiori possono indicare iperglicemia e, se presenti in modo costante, diabete.

Cause dell'iperglicemia

La prima causa, non patologica, di uno stato iperglicemico è l'assunzione di cibi altamente zuccherati o con un importante contenuto in carboidrati semplici o complessi. Altre valutazioni, dello stato iperglicemico, toccano differenti patologie che riguardano il controllo del glucosio a livello del sangue.

Iperglicemia e diabete

Il diabete è una patologia che, clinicamente, si manifesta anche mediante uno stato iperglicemico. Per questa ragione, la sintomatologia diabetica ingloba anche la condizione di iperglicemia.

Iperglicemia e farmaci

Alcuni farmaci, tra cui l'adrenalina, i beta-bloccanti e i corticosteroidi aumentano la glicemia.

Cura e trattamento

L'iperglicemia, se sporadica e temporanea, non ha bisogno di essere trattata giacché rappresenta un evento fisiologico giornaliero. Quando l'iperglicemia, per qualsiasi altra ragione, non è sporadica oppure porta alla comparsa di altri disturbi è necessaria la valutazione di uno specialista, ad esempio un endocrinologo, un nutrizionista o un diabetologo.

Pagine correlate

-- Box Box:Salute not found --

Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©