Salute e benessere: Letargia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 25-07-2014 Revisionato il 25-07-2014
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Cause - Cura

La letargia è uno stato continuo o frammentato nel quale un soggetto sente il bisogno di dormire o, comunque, percepisce il sonno come un bisogno impellente. Gli individui letargici, per questa ragione mostrano una ridotta reattività e hanno una vita sociale meno sviluppata.

Cause

Le cause della letargia possono essere endogene ed esogene. L'utilizzo di stupefacenti può indurre stati di letargia anche dopo la fine dell'effetto della droga; altri fattori esterni possono indurre alla sonnolenza, tra cui l'assunzione di principi attivi sedativi, quali ad esempio le benzodiazepine.

La depressione, il disturbo bipolare e altre manifestazioni alterate dell'umore possono portare, per tempi più o meno lunghi, un individuo in stati di letargia.

Cura

La sonnolenza che deriva dall'utilizzo di farmaci o droghe, è modulabile con una minore somministrazione/assunzione della sostanza; ad esempio, un paziente trattato con antidepressivi può - sotto consiglio medico - modificare il tipo e la classe di molecola utilizzata per il trattamento della depressione. Per gli altri casi, di natura psicofisica, l'approccio comportamentale e farmacologico può essere risolutivo o limitativo.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©