Salute e benessere: Iperfagia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 22-07-2014 Revisionato il 20-03-2017
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Cause - Voci correlate

L'iperfagia o polifagia è la tendenza ad assumere più cibo rispetto a quanto, fisiologicamente, l'organismo ne necessiti. L'iperfagia deriva direttamente dall'aumento dell'appetito e dal mancato controllo degli stimoli che regolano la fame. Un individuo iperfagico assume quantità notevolmente superiori rispetto alle necessità dell'organismo; questo comportamento può portare alla comparsa di importanti alterazioni della funzionalità degli organi e dei sistemi.

La presenza di piccole variazioni dell'appetito può essere considerata normale se osservata sporadicamente e in piccoli archi temporali. Un individuo iperfagico, invece, tende ad una maggiore assunzione di cibo per periodi prolungati.

Cause

Le cause dell'iperfagia sono individuali, e coinvolgono sia disordini dell'apparato gastrointestinale sia malattie di natura endocrinologica sia stati alterati dell'umore. La depressione e il disturbo bipolare sono due esempi nei quali si assiste a un aumento dell'appetito con conseguente iperfagia.

Voci correlate

Parte introduttiva: A cosa serve una corretta alimentazione?

Psicologia

Disturbi dell'umore: Distimia, depressione, disturbo bipolare.
Disturbi dell'alimentazione: Ipofagia, iperfagia.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©