Salute e benessere: Eparina

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 19-11-2013 Revisionato il 10-01-2015
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Utilizzo medico e indicazioni - Eparina a basso peso molecolare - Somministrazione

L'eparina è un mucopolisaccaride molto conosciuto e utilizzato poiché rappresenta un principio attivo anticoagulante, adatto per il trattamento dei vari difetti della coagulazione. Il ruolo dell'eparina, nel trattamento degli stati alterati della coagulazione, è molto importante poiché, agendo sul fattore X e sulla trombina, è capace di operare un'azione fluidificante sul tessuto sanguigno. L'eparina, inoltre è efficace nel trattamento sistemico di piccoli coaguli e, per questo motivo, è di fondamentale importanza sia come farmaco di profilassi sia per il trattemento di casi o di patologie correlate al flusso sanguigno.

Utilizzo medico e indicazioni

L'eparina è utilizzata sia a scopo profilattico sia a seguito di complicazioni, ad esempio derivanti da patologie. Il trattamento profilattico mediante eparina serve, generalmente, per gli eventi di preparazione a un intervento chirurgico. In alcuni pazienti, l'utilizzo moderato di eparina, può limitare la possibilità di embolia polmonare manifestata a seguito dell'intervento chirurgico.

Altri casi, che differiscono dagli eventi chirurgici, prevedono l'utilizzo di eparina a seguito di infarto o di potenziali rischi trombotici.

Eparina a basso peso molecolare

L'eparina a basso peso molecolare, conosciuta anche con l'acronimo EBPM o con il termine di eparina frazionata, è un prodotto industriale che deriva dall'eparina "tradizionale". Attraverso dei sistemi chimici è possibile ottenere eparine più "piccole" o - per maggiore precisione - dal minor peso molecolare. Le eparine a basso peso molecolare sono più versatili, rispetto alle eparine tradizionali, poiché - rispetto a quest'ultilme - permettono la somministrazione sottocutanea. La via di somministrazione dell'eparina tradizionale avviene, invece, attraverso l'immissione in endovena che, generalmente, è effettuata nelle stutture sanitarie o, comunque, da parte di personale specializzato.

Non esistono differenze sostanziali tra le eparine a basso peso molecolare e le eparine tradizionali, per questo motivo si preferisce adoperare, a domicilio, la soluzione più comoda. Anche dal punto di vista dei costi, nonostante la produzione di eparine frazionate costi sensibilmente più cara, il risparmio del ricovero e del monitoraggio del paziente in ambito ospedaliero, pone la scelta principalmente sulle eparine a basso peso molecolare.

Somministrazione

Le eparine tradizionali sono somministrate per via endovenosa, le eparine a basso peso molecolare per via sottocutanea. L'uso di eparine a basso peso molecolare è relativamente sicuro, grazie alla semplice somministrazione. In commercio esistono siringhe predosate che possono essere utilizzate a livello dell'addome, tenendo due lembi di pelle tra le dita e inserendo la siringa parallelamente alla piega formatasi.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©