Salute e benessere: Linfogranuloma venereo

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 06-12-2015 Revisionato il 06-12-2015
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Diagnosi - Trattamento

Scheda malattia

Nome: {{{nome}}}
Classificazione ICD-10: {{{ICD-10}}}
Specialista: {{{specialista}}}
Sintomi: {{{sintomi}}}
Cura: {{{cura}}}
→ Forum In Salute: Malattie e patologie

Il linfogranuloma venereo o LGV è una malattia che deriva dalla proliferazione del batterio Chlamydia trachomatis, lo stesso patogeno responsabile della clamidia. Le infezioni da C. trachomatis con sierotipo L1, L2 e L3 sono responsabili del linfogranuloma, mentre altri sierotipi portano alla formazione di altre patologie, quali il tracoma e la congiuntivite batterica.

Diagnosi

La diagnosi avviene in base alle evidenze cliniche e anche in base all'anamnesi del paziente. Il LGV è trasmissibile sessualmente e, per questa ragione, i pazienti che rivelano attività sessuali non protette, specialmente con parnter occasionali, sono generalmente candidati per la diagnosi di linfogranuloma venereo. La differenziazione tra LGV e altre malattie può avvenire attraverso l'indagine molecolare con la PCR.

Trattamento

Il trattamento di elezione prevede l'utilizzo di antibiotici, ad esempio appartenenti alla classe dei macrolidi oppure delle tetracicline.

RICERCA
NETWORK SCIENTIFICO
 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©
-->