Coito interrotto - contraccezione

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 13-10-2012 Revisionato il 19-10-2019
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Vantaggi - Efficacia del coito interrotto - Trasmissione di malattie

Il coito interrotto è una tecnica di controllo della nascita che si basa sull'autocontrollo maschile durante un rapporto sessuale. La finalità del coito interrotto è quella di estrarre pene dalla vagina prima dell'emissione dello sperma impedendo, di fatto, l'immissione degli spermatozoi nelle vie genitali femminili.

Questo tipo di pratica non è da considerarsi sicura poiché può comunque portare all'immissione di fluido seminale all'interno della vagina e, di conseguenza, aumentare la possibilità della fecondazione.

Vantaggi

I vantaggi del coito interrotto sono, perlopiù, di tipo personale e psicologico giacché il rapporto sessuale appare più naturale. Il pene è, inoltre, più sollecitato giacché a diretto contatto cone le pareti vaginali.

Efficacia del coito interrotto

Il coito interrotto è un metodo di scarsissima efficacia che, pertanto, può generare delle gravidanze indesiderate. In prima analisi l'autocontrollo maschile potrebbe venire meno durante il rapporto sessuale e, ancora più importante, durante il rapporto possono essere comunque immesse delle piccole gocce contenenti spermatozoi. L'indice di Pearl riguardante il coito interrotto è molto alto e si attesta a circa il 30%.

La sicurezza del coito interrotto è, dunque, molto bassa. Si stima che, in Italia, ogni anno circa 100.000 gravidanze siano da correlare a questa pratica.

Presenza di spermatozoi nel liquido pre-seminale

Un punto controverso che riguarda la pratica dei coito interrotto è rappresentato dalla presenza di spermatozi nel liquido pre-seminale. Questo liquido è emesso durante il rapporto sessuale ed ha il compito di lubrificare l'interno della vagina per migliorare la penetrazione. Tuttavia, nonostante molti studi non è ancora certa la presenza di spermatozoi vitali all'interno del liquido pre-seminale.

Coito interrotto e giorni fertili

La possibilità di concepimento aumenta se il coito interrotto è operato, idealmente, nel periodo fertile della donna. Questo periodo è variabile e dura circa due giorni prima e dopo l'ovulazione. La possibilità di gravidanza, indipendentemente dal metodo contraccettivo e dal giorno nel ciclo mestruale, è comunque un fattore molto variabile. Ad esempio, è possibile una ovulazione doppia che, di fatto, può estendere il periodo fertile e perfino una ovulazione durante la fase finale del ciclo, quella nella quale avviene l'espulsione del tessuto uterino.

Ovulazione, fertilità e periodo del ciclo
Correlazione schematica tra periodo del ciclo, ovulazione e probabilità di concepimento/fertilità.

Trasmissione di malattie

Il coito interrotto non protegge da alcuna malattia sessualmente trasmissibile perché il pene e la vagina, ed i rispettivi fluidi, sono a diretto contatto. Per questo motivo, nell'ottica di una corretta profilassi delle malattie è opportuno non avere mai rapporti sessuali "a rischio", ovvero rapporti con un partner sconosciuto.

Contraccezione
Metodi contraccettivi
: Preservativo, Coito interrotto, Anello vaginale, metodo di Ogino Knaus, Pillola del giorno dopo

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Nessuna pagina simile

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©