Novocaina - procaina - principi attivi

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 13-10-2012 Revisionato il 02-09-2020
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Struttura chimica - Allergia alla novocaina - Meccanismo d'azione - Farmacocinetica

La novocaina o procaina è il principio attivo, altrimenti conosciuto come procaina, utilizzato in alcuni farmaci ad azione anestetica. La molecola deriva dall'acido para-aminobenzoico (pABA) ed appartiene alla classe degli alcaloidi. È normalmente utilizzato per anestetizzare, cioè togliere la sensibilità, in piccole porzioni del tessuto.

I campi attuali di utilizzo sono molto ristretti. La novocaina è normalmente sfruttata in ambiente odontoiatrico e si presta bene ad allontanare la sensibilità di porzioni delle arcate, in modo tale da permettere interventi privi di dolore. Per le sue caratteristiche è classificata come anestetico locale.

Cos'è la novocaina?  È una molecola ad azione anestetica locale.

Per cosa viene usata? La novocaina viene utilizzata per togliere la sensibilità, e dunque il dolore, durante gli interventi chirurgici.

Esiste l'allergia alla novocaina? Sì, alcuni soggetti possono presentare allergie o ipersensibilità nei confronti della novocaina.

Struttura chimica

La novocaina ha una stretta affinità con la molecola dalla quale deriva: l'acido para-aminobenzoico. L'anello aromatico sostituito permane nella struttura ed è agganciato, tramite un ponte a una coda carboniosa che dirama verso un centro azotato.

procaina, novocaina
Formula di struttura della procaina / novocaina

Allergia alla novocaina

Alcuni individui possono presentare una ipersensibilità nei confronti della molecola che, seppur raramente, può manifestarsi anche sotto forma di shock anafilattico. Per questo motivo l'utilizzo dalla novocaina in soggetti allergici a essa è da valutare attentamente con il medico o, se non altro, da evitare.

Meccanismo d'azione

La novocaina agisce sulla trasmissione dell'impulso nervoso in modo selettivo per la sensazione periferica. Ha un effetto marcato ma l'area di azione è molto limitata, anche per via della bassissima capacità di diffusione. Per questo motivo la novocaina è utilizzata come anestetico locale ed ha un effetto spazialmente molto limitato.

Farmacocinetica

Il tempo di distribuzione della novocaina è molto rapido. Dopo l'applicazione, l'area interessata diventa quasi immediatamente poco sensibile e insensibile dopo pochissimi minuti.

L'escrezione del farmaco è perlopiù a seguito di processi a carico del fegato.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©