Competizione intraspecifica - ecologia

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 19-11-2019 Revisionato il 29-12-2019
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

La competizione intraspecifica è un tipo di competizione che si instaura tra elementi appartenenti alla stessa specie. La forza della competizione è direttamente proporzionale al numero di individui presenti in una determinata area e inversamente proporzionale alla quantità di risorse per le quali la specie compete. In altre parole, in un ambiente - ad esempio in un ecosistema - con pochi individui e con una disponibilità di risorse sufficienti la competizione intraspecifica è praticamene nulla. Viceversa, qualora nello stesso ambiente aumentasse il numero di individui, oppure qualora le risorse fossero più scarse, la misura della competizione intraspecifica aumenterebbe.

In linea generale, le risorse che entrano in gioco nella competizione sono molto varie. Esse rappresentano tutti gli aspetti della nicchia ecologica che servono per la sopravvivenza e per la riproduzione della specie. Gli elementi possono essere, ad esempio, l'accesso al cibo, all'acqua, la possibilità di riprodursi oppure - specialmente nel caso delle piante - la posizione rispetto al sole (zona soleggiata oppure ombreggiata).

Competizione intraspecifica
All'aumentare degli individui in competizione, oppure al dimunuire delle risorse disponibili la competizione intraspecifica aumenta in termini di "pressione".

Livelli di competizione intraspecifica

I livelli di competizione intraspecifica descrivono le risorse per le quali gli elementi di una specie competono. In linea generale, la maggior parte degli elementi per i quali due o più specie competono sono rappresentati da tutto ciò che può essere inteso come una risorsa trofica, ad esempio la presenza di cibo oppure di acqua. In altri casi, i livelli possono migliorare il benessere della specie oppure garantirne una migliore capacità di riproduzione.

Cibo

Il cibo rappresenta il principale livello nel quale gli elementi di una specie possono entrare in competizione. Gli individui che formano una specie condividono la medesima nicchia ecologica e, di conseguenza, hanno in comune le stesse preferenze alimentari. Quando il cibo è abbondante, la competizione è praticamente assente. Viceversa, quando il cibo scarseggia la competizione si fa sempre più marcata.

Spazio

Questo tipo di competizione è molto frequente negli organismi a ridotta o inesistente capacità motoria. Le piante ed i batteri, infatti, competono per occupare - fisicamente - una porzione di spazio. La presenza di una posizione spaziale di vantaggio può comportare un più facile accesso al cibo, all'acqua ed ai nutrienti.

Per le piante, da questo punto di vista, la possibilità di catturare la luce e di operare la fotosintesi clorofilliana è direttamente correlata all'esposizione al sole e, di conseguenza, alla collocazione in un determinato ambiente. Per questo motivo, è probabile che alcune piante si siano evolute per crescere in altezza, in modo tale da avere un privilegiato accesso all'esposizione solare.

Luce

La possibilità di accesso alla luce è una prerogativa fondamentale degli organismi che operano la fotosintesi. Per questa ragione, alcune specie competono tra loro per la disposizione spaziale tale da garantire un sufficiente apporto di luce solare, utile per i processi fotosintetici.

Possibilità di riproduzione

La capacità di trasmettere i propri geni, attraverso la riproduzione, è una causa di competizione tra individui (maschi o femmine) appartenenti alla stessa specie. La necessità di accoppiarsi si manifesta attraverso comportamenti che sono tipici di ogni specie. Alcune specie adottano rituali poco cruenti, che si basano perlopiù sull'esibizione e su richiami visivi o sonori. Altre specie, invece, regolano la capacità di accoppiarsi attraverso vere e proprie lotte. Alcune di esse, quelle più estenuanti, possono portare alla morte di uno dei due contendenti e, in alcuni casi, di ambedue.

Introduzione: Ecologia, ecosistema, biosfera, nicchia ecologica. Foresta pluviale, savana tropicale.
Flusso dell'energia: Produttore primario, consumatore
Cicli biogeochimici: Ciclo del carbonio, ciclo dell'azoto, ciclo del fosforo, ciclo dello zolfo.
Popolazione: Crescita della popolazione, fattore limitante, stress ecologico.
Rapporti tra specie: Neutralismo, commensalismo, competizione, mutalismo, amensalismo.
Dinamica delle popolazioni: Competizione intraspecifica, competizione interspecifica, coevoluzione. Equazioni di Lotka-Volterra.
Dinamica degli ecosistemi: Successione ecologica.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©