H2 antagonisti

Tavola dei contenuti: Funzionamento - Effetti indesiderati

I farmaci appartenenti alla classe degli antagonisti dei recettori H2 rappresentano una vasta classe di principi attivi che bloccano la secrezione gastrica dello stomaco. La capacità, in particolare, di bloccare la biosintesi di acido cloridrico e di modulare l'acidità dello stomaco, rende gli antagonisti H2 dei principi attivi utilizzati per gli stati di acidità di stomaco.

In alcuni casi, gli antagonisti H2, sono utilizzati per l'eradicazione di Helycobacter pylori. La loro azione di modulazione del pH verso valori più basici determina la presenza di un ambiente poco adatto per la sopravvivenza del batterio che è fortemente adattato per vivere in ambienti acidi.

La ranitidina è uno tra i principi attivi può famosi. Altre molecole, altrettanto efficaci, sono la roxantina, la famotidina e la nizatidina.

Funzionamento

La regolazione della secrezione gastrica avviene con differenti modalità. Le cellule ossintiche, che sono responsabili della secrezione di acido cloridrico sono modulate dall'istamina, dalla gastrina e dall'ACh. Gli antagonisti dei recettori H2 bloccano i recettori per l'istamina; le cellule ossintiche non percepiscono più lo stimolo dell'istamina e riducono la secrezione gastrica.

Effetti indesiderati

In alcuni casi, gli H2 antagonisti possono procurare degli effetti indesiderati. I principali sono di natura digestiva, con la possibilità di eventi di nausea e diarrea.

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©