Salute e benessere: Salute:Aifa ritira dal mercato alcuni fluorochinoloni

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 14-04-2019 Revisionato il 14-04-2019
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

L'agenzia italiana del farmaco (AIFA), con una nota informativa del 14 aprile 2019, porta a conoscenza che saranno ritirati dal commercio alcuni farmaci contenenti fluorochinoloni appartenenti alla vasta classe degli antibiotici. In particolare, saranno ritirati dal commercio i farmaci cinoxacina, flumechina, acido nalidixico e acido pipemidico. La maggior parte delle molecole appena citate appartiene ai cosiddetti antibiotici di seconda generazione.

La decisione è stata presa a seguito della valutazione di reazioni avverse nei confronti del farmaco, specialmente sfocianti in neuropatie degenerative e lesioni connettivo-muscolari.

Per la stessa ragione, altri antibiotici a base di levofloxacina, ciprofloxacina, moxifloxacina, pefloxacina, prulifloxacina, rufloxacina, norfloxacina, lomefloxacina sono stati formalmente indicati come potenziali agenti capaci di indurre le stesse patologie e, pertanto, se ne sconsiglia la prescrizione per eventi di entità minore (specialmente per le tracheiti oppure per la diarrea del viaggiatore).

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©