Levofloxacina

La levofloxacina è un antibiotico appartenente alla famiglia dei fluorochinoloni. È efficace su molti tipi di infezioni batteriche e, pertanto, può essere definito come un antibiotico a largo spettro. Assieme ad altri antibiotici, tra cui ad esempio la cefixima, è utilizzato per la cura delle infezioni delle vie aeree, delle vie urinarie e del sistema gastrointestinale. L'utilizzo della levofloxacina, al pari degli altri antibiotici, è da seguire in modo strettamente aderente a rispetto a quanto prescritto dal medico per evitare fenomeni di resistenza agli antibiotici.

Un importante ruolo medico è dato dalla capacità di debellare anche infezioni molto gravi; la meningite e l'endocardite, ad esempio sono trattate anche attraverso la somministrazione di levofloxacina.

Struttura della levofloxacina

Struttura chimica della levofloxacina

Utilizzi della levofloxacina

La levofloxacina, appartenendo alla classe degli antibiotici a largo spettro, può essere utilizzata contro diversi tipi di infezione batterica. Non ha alcun effetto contro infezioni di natura virale o funginea. In particolare, la molecola è efficace per la cura delle seguenti infezioni:

In alcuni casi, la levofloxacina è utilizzata per la prevenzione e per il trattamento a seguito dell'esposizione di Bacillus anthracis,l'agente patogeno che causa l'antrace

Presenza sul mercato

Sul mercato esistono principalmente due commercializzazioni dell'antibiotico:

  • Levofloxacina 500. Compresse di levofloxacina 500mg.
  • Levofloxacina 250. Compresse di levofloxacina 250mg.

Effetti indesiderati

L'assunzione di levofloxacina è, in genere, ben tollerata. Tuttavia, in alcuni casi è possibile la comparsa di effetti collaterali. Il rischio di una neuropatia, pur moderato, è da valutare. Inoltre, a seguito di uso prolungato di levofloxacina, sembra possa aumentare l'incidenza di tendinopatie.

Le controindicazioni, inoltre, si estendono ad uno o più di questi stati:

  • Ipersensibilità alla levofloxacina.
  • Reazioni avverse, anche lievi, a seguito della somministrazione del farmaco.
  • Interazioni di altri antibiotici chinolonici con la funzionalità dei tendini. La levofloxacina è fortemente sospettata di indebolire la struttura tendinea provocandone la rottura.
  • Gravidanza.

Levofloxacina in gravidanza

È generalmente sconsigliato utilizzare la levofloxacina in gravidanza, tuttavia il medico può stabilire un effettivo rapporto richio/beneficio per la donna in stato di gravidanza.

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©