Clindamicina - microbiologia

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 13-10-2012 Revisionato il 12-12-2013
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

La clindamicina è un antibiotico particolarmente adatto nella terapia di infezioni il cui agente patogeno è un batterio anaerobio. Il suo meccanismo di azione prevede il blocco della sintesi proteica, con una conseguente limitazione della funzionalità dei ribosomi batterici 50S.

Resistenza

La resistenza alla clindamicina è dovuta a un processo attivo di esplulsione dalla cellula batterica mediante le cosiddette pompe di efflusso. In alcuni casi possono presentarsi mutazioni genetiche a carico del ribosoma che impediscono l’aggancio dell’antibiotico al bersaglio rendendo, in sintesi, l’antibiotico meno efficiente o del tutto inutilizzabile.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©
-