Parassitismo - zoologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 26-04-2014 Revisionato il 28-12-2019
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Classificazione dei parassiti - Parassitismo nel mondo animale - Evoluzione a parassitismo di altri rapporti

In Biologia, con il termine parassitismo si intende un tipo di rapporto tra due organismi nel quale le preferenze trofiche, ambientali o sociali di uno dei due organismo causano delle interferenze negative all'altro. Ad esempio, un tipo rapporto di parassitismo è quello di un piccolo organismo che vive all'interno di un altro organismo, generalmente più grande, e ne intercetta i nutrienti alterando, nell'organismo ospite, il metabolismo.

L'organismo che sottrae le risorse è definito parassita mentre l'altro organismo è definito ospite.

Parassitismo
Schematizzazione dei rapporti di parassitismo.

Alcuni parassiti non competono direttamente per le risorse trofiche, ma sfruttano le abitudini di altri organismi a fini vantaggiosi. Ad esempio, alcuni animali ovipari depongono le proprie uova all'interno di nidi di altre specie che, di fatto, le coveranno.

Classificazione dei parassiti

I parassiti possono essere classificati in base alla loro dimensione. I microparassiti appartengono al mondo microbiologico ed inglobano virus e batteri. I macroparassiti, invece, sono rappresentati dagli organismi più complessi sia animali sia vegetali. Le piante, in particolare, possono essere definite emiparassite quando hanno capacità fotosintetica ma sottraggono dall'organismo ospite altri elementi, ad esempio l'acqua o il floema. Le piante oloparassite, invece, non possiedono clorofilla e non operano fotosintesi.

Parassitismo nel mondo animale

Un esempio di parassitismo animale è quello dalla zecca; questo animale, appartenente alla phylum degli acari, è solito permanere nascosto nel pelo, o comunque agganciato alla cute di molti animali, anche domestici, come il cane o il gatto. La zecca ottiene i nutrienti necessari al suo ciclo biologico direttamente dal sangue dell'animale; il parassitismo, in quest'ottica, è minimo poiché la quantità di sangue assorbita è irrisoria, tuttavia il tipo di danno arrecato è di diversa natura poiché, attraverso un aggancio diretto al torrente ematico, la zecca può trasmettere molte malattie.

L'opera parassitaria può determinare una sofferenza dell'ospite che, in alcune situazioni, può determinare la morte.

Parassitismo nell'uomo

L'uomo può essere l'ospite di molti parassiti. La tenia, ad esempio, è un verme che instaura un rapporto di parassitismo nell'intestino dell'uomo, nel quale è libera di sottrarre preziosi nutrienti.

Evoluzione a parassitismo di altri rapporti

Molte specie hanno una naturale propensione a rapporti parassitari. Altre specie, invece, sono normalmente presenti in determinati organismi in termini di rapporto di simbiosi o di commensalismo. La modifica di alcune condizioni dell'ospite, ad esempio la modulazione negativa del sistema immunitario permette la proliferazione incontrollata delle specie che, da simbionti o mutualiste, si trasformano in parassite.

Percorso di Zoologia

Etologia: Etogramma, benessere animale.
Diversità animale: Cnidaria.
Diversità comportamentale: Bioluminescenza (luciferina e luciferasi).

Introduzione: Ecologia, ecosistema, biosfera, nicchia ecologica. Foresta pluviale, savana tropicale.
Flusso dell'energia: Produttore primario, consumatore
Cicli biogeochimici: Ciclo del carbonio, ciclo dell'azoto, ciclo del fosforo, ciclo dello zolfo.
Popolazione: Crescita della popolazione, fattore limitante, stress ecologico.
Rapporti tra specie: Neutralismo, commensalismo, competizione, mutalismo, amensalismo.
Dinamica delle popolazioni: Competizione intraspecifica, competizione interspecifica, coevoluzione. Equazioni di Lotka-Volterra.
Dinamica degli ecosistemi: Successione ecologica.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©