Eritropoietina

L'eritropoietina, o EPO, è un ormone glicoproteico che modula la biosintesi del globuli rossi nell'attività nota come eritropoiesi. La biosintesi dell'eritropoietina avviene a livello del rene, del fegato e del cervello anche se, in età adulta, è praticamente il rene a fornire la maggior parte di EPO circolante nel sangue.

L'eritropoeitina è normalmente biosintetizzata negli organi appena menzionati, tuttavia la sua concentrazione aumenta drasticamente quando l'organismo si trova in carenza prolungata di ossigeno. Ad esempio, un individuo che permane per molti giorni in alta quota compensa la minore concentrazione di ossigeno con un maggior numero di globuli rossi e, contemporaneamente, con il sistema del 2,3-bisfosfoglicerato.

EPO sintetica

La cosiddetta eritropoietina sintetica deriva dalla clonazione del gene che codifica per l'eritropoetina; a seguito dell'espressione l'eritropoietina è artificialmente addizionata di gruppi sialici che ne migliorano le dinamiche farmacologiche.

Utilizzo farmacologico

L'eritropoietina è prescritta ai pazienti che presentano difetti nell'emopoiesi, tali da alterare in modo significativo il trasporto dell'ossigeno. Viene utilizzata anche nelle fasi successive alla chemioterapia, come coadiuvante nella terapia di recupero.

La molecola è biosintetizzata a livello industriale, attraverso un processo di ingegneria genetica. Nel corso degli anni sono state sviluppate numerose molecole simili all'eritropoietina ma che, rispetto ad essa, possiedono proprietà farmacologiche può adatte per un uso terapeutico. Ad esempio, l'addizione di acido sialico, ha permesso la creazione di molecole con una maggiore emivita rispetto all'eritropoietina umana.

Eritropoietina e doping

La capacità di modulare lo sviluppo degli eritrociti, in tempi relativamente brevi, rende l'eritropoietina un farmaco di elezione per le pratiche del doping, specialmente negli sport di resistenza, dove l'atleta ha bisogno un costante e efficace rifornimento d'ossigeno. L'utilizzo di EPO è un vero e proprio illecito sportivo e, per questa ragione, viene pesantemente sanzionato dalle federazioni competenti.

Rischi derivanti dal doping da eritropoietina

Esistono dei rischi tangibili che derivano dall'utilizzo improprio dell'eritropoietina. In prima analisi, la formazione degli eritrociti e il loro aumento di concentrazione, determina un sensibile aumento dell'ematocrito che, a sua volta, può portare alla genesi di importanti patologie del sistema cardiocircolatorio. Una viscosità non fisiologica del sangue, ad esempio, può portare alla formazione dei trombi e al conseguente ictus.

Inoltre, alcune leucemie sono correlabili all'utilizzo dell'EPO di sintesi.

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©