Insulina - ormoni

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 03-12-2012 Revisionato il 04-02-2017
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Biosintesi dell'insulina - Effetti dell'insulina - Patologie legate all'insulina - Pagine correlate

Scheda ormone

Nome: {{{nome}}}
Tipo: {{{tipo}}}
Classe: {{{classe}}}
Recettore: {{{recettore}}}
Luogo di sintesi: {{{luogo di sintesi}}}

L'insulina è un ormone prodotto dalle cellule beta del pancreas. Le cellule beta formano la parte endocrina del pancreas L'insulina ha proprietà ipoglicemizzanti e anabolizzanti.

Biosintesi dell'insulina

L'insulina è sintetizzato sotto forma di pre-pro-ormone. La pre-pro-insulina è il primo precursore a essere formato nel pancreas ed è costituito da 108 aminoacidi. La pre-pro-insulina è metabolizzata nel reticolo endoplasmatico, a livello del quale viene allontanata di una catena di 24 aminoacidi; questo passo porta alla formazione di pro-insulina. La pro-insulina è, nuovamente, metabolizzata mediante la rimozione di un segmento, noto come pepdite C, di 33 aminoacidi.

L'insulina prodotta è conservata sotto forma di vescicole all'interno del citoplasma; questi contenitori sono pronti per rilasciare l'ormone in circolo mediante esocitosi.

Molecola Preproinsulina Proinsulina Insulina
N. Aminoacidi 108 84 51

Effetti dell'insulina

L'insulina ha un effetto ipoglicemizzante giacché opera sulla permeabilità della membrana nei confronti del glucosio e su importanti vie metaboliche.

Aumento della permeabilità

La membrana cellulare lascia passare il glucosio mediante un sistema a diffusione facilitata. La classe di proteine che operano questa traduzione è rappresentata dai trasportatori GLUT. Tra le differenti isoforme del trasportatore, la variante GLUT-4 è sensibile all'insulina. GLUT-4 è presente nel tessuto del muscolo scheletrico, nel tessuto adiposo e nel cuore, pertanto un aumento di concentrazione d'insulina determina un aumento di permeabilità, nelle sedi appena elencate, nei confronti dello zucchero.

L'effetto ipoglicemizzante è dato dalla traslocazione del glucosio dal plasma sanguigno alle cellule del muscolo, o negli adipociti.

Modulazione metaboliche

Le principali modulazioni metaboliche avvengono su specifici enzimi che operano, globalmente, nel metabolismo dei carboidrati. La glicolisi, in presenza d'insulina aumenta notevolmente mentre la glicogenolisi o la gluconeogenesi si arrestano immediatamente.

Patologie legate all'insulina

La mancata produzione dell'insulina, o l'errata captazione di essa, determinano alcuni tipi di diabete.

Terapia insulinica

La terapia insulinica consiste nella modulazione della dieta e nell'assunzione, ove necessario, d'ipoglicemizzanti mediante delle vie di somministrazione orali o sottocutanee. Nei casi di diabete di tipo I, o diabete mellito insulino-dipendente, viene proposta una dieta con pochissimi carboidrati, accompagnata da somministrazioni, generalmente sottocutanee, di insulina. Nel diabete di tipo II, o diabete mellito non insulino dipendente, la dieta povera di carboidrati è spesso accompagnata dall'assunzione di ipoglicemizzanti orali e, soltanto nei casi limite dove l'insulina è prodotta in quantitativi irrilevanti, dall'assunzione d'insulina endogena.

Pagine correlate

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©
-