Concetto di SPAC

Il concetto di SPAC (Soil-Plant-Atmosphere continuum) è un tipo di osservazione teorica che riguarda la continuità del suolo, degli organismi vegetali e dell'atmosfera, in un contesto di passaggio dell'acqua tra questi tre elementi. Lo SPAC, con dei limiti, spiega il passaggio di acqua dal suolo all'atmosfera, utilizzando una serie di equazioni inerenti al passaggio dell'acqua, secondo il suo potenziale idrico, da un punto a un altro.

Il concetto di SPAC permette di spiegare un fenomeno relativo all'evaporazione dell'acqua, che si osserva in terreni di consistenza simile ma con presenza differente di vegetazione. Nei terreni privi di vegetazione, infatti, l'acqua evapora molto più velocemente rispetto ai terreni dove si presenta una vegetazione. Per questa ragione, il concetto di SPAC ingloba l'affermazione secondo la quale le piante e, in un discorso più grande come quello dell'insieme o della comunità, gli organismi vegetali rappresentano delle vere e proprie resistenze al passaggio di acqua e all'evaporazione.

La continuità sotto forma di resistenze tra suolo e aria

In una pianta, gli elementi che oppongono una resistenza al passaggio dell'acqua sono rappresentati dalle radici, dal fusto e dalle foglie. La resistenza è un parametro che dipende da molti fattori e, inoltre, varia da pianta a pianta. Mediante questo concetto è, inoltre, possibile spiegare la capacità che hanno alcune piante di resistere a ambienti molto aridi per lunghi periodi e, viceversa, la illustra la genesi della sofferenza, da intendersi come forma di stress, delle piante che non sono adatte per la vita in ambienti aridi.

Concetto di spac tra suolo pianta e atmosfera

Schematizzazione delle resistenze tra radici, fusto e foglio

Le piante che offrono poca resistenza al passaggio dell'acqua, tendono a perdere ingenti quantitivi del liquido in poco tempo. Qualora venissero poste in ambienti aridi, la già scarsa presenza di acqua sarebbe amplificata dalla tendenza della pianta a disperderla, solitamente attraverso le foglie. Le piante che, a differenza, regolano in modo fine la dispersione di acqua oppure attuano una maggiore resistenza al suo passaggio, tendono a tollerare ambienti aridi per tempi maggiori a volte adattandosi a essi.

Integrazione e limiti del concetto di SPAC

La realtà descritta dallo SPAC rappresenta un ambiente statico, dove la pianta è un organismo che presenta una resistenza costante al passaggio dell'acqua. Nella realtà, tuttavia, le piante possono efficacemente modulare la traspirazione, ad esempio agendo sugli stomi e pertanto si comportano, integrando la teoria dello SPAC, da resistenze variabili se non da veri e propri condensatori di acqua. Per questa ragione, lo SPAC è un ottimo concetto per interfacciare un elemento biotico, come quello dell'acqua, a elementi abiotici come il terreno e l'atmosfera.

Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©