Nucleo - biologia cellulare

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 14-01-2013 Revisionato il 08-02-2022
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Involucro nucleare - Presenza di più nuclei

Il nucleo è un organulo presente nella maggior parte delle cellule eucariotiche. Il compito del nucleo è di racchiudere l'informazione genetica, presente sotto forma di DNA. Le cellule procariotiche non possiedono il nucleo poiché il materiale genetico dei batteri è disperso nel citoplasma. L'assenza del nucleo è un carattere distintivo utilizzato per la definizione del tipo cellulare procariotico.

La forma e la morfologia del nucleo possono variare in base a due fattori. La struttura generale della cellula si riflette nella forma del nucleo: le cellule sferiche, ad esempio, possiedono un nucleo altrettanto sferico a differenza di quelle bastoncellari che lo presentano oblungato.

Nucleo cellulare
Osservazione al microscopio elettronico di un nucleo cellulare.

Involucro nucleare

L'involucro nucleare è una formazione interrotta da piccole zone che mette in comunicazione parziale il materiale genetico con il citoplasma. La presenza dell'involucro nucleare protegge il nucleo e ne impedisce la dispersione, oltre a regolare il metabolismo del DNA in esso contenuto. La presenza dell'involucro nucleare, secondo alcune ricerche, rappresenta una diretta ramificazione del reticolo endoplasmatico; le prove a sostegno di questa tesi risiedono nella presenza massiccia di ribosomi nel versante esterno dell'involucro.

Struttura dell'involucro nucleare

L'involucro nucleare è formato da due membrane cellulari che decorrono parallelamente tra loro, a volte congiungendosi. La presenza di ribosomi sulla membrana esterna, che è a diretto contatto con il citoplasma, rende funzionalmente equiparabile l'involucro nucleare al reticolo endoplasmatico. Un sistema a canestro, perlopiù costituito dalle nucleoporine, si frappone tra le due membrane, formando il poro nucleare che, pertanto, non è una semplice interruzione dell'involucro, ma un sistema capace di mettere in contatto il citoplasma con il nucleoplasma, permettendo la comunicazione e il passaggio dell'mRNA.

La contiguità funzionale dell'involucro nucleare, con il reticolo endoplasmatico, è anche rispecchiata nel comportamento di alcune proteine che non passano direttamente dai pori nucleari, bensì vengono tradotte dall'involucro che, in questo modo, può operare su di esse una glicosilazione.

La fase interna dell'involucro nucleare è a stretto contatto con una rete fibrosa di proteine di laminina che provvedono sia a una funzionalità meccanico-strutturale, sia a una potenziale zona di ancoraggio del DNA cromatinico nelle varie fasi della mitosi. La fase esterna, a contatto con il citoplasma, è similmente a contatto con una rete di vimentina.

Presenza di più nuclei

La maggior parte delle cellule eucariotiche presentano soltanto un nucleo e, per questo motivo, sono definite cellule mononucleate. Alcune cellule, invece, possiedono diversi nuclei e vengono definite cellule polinucleate. Gli osteoclasti sono un esempio di cellule animali polinucleate.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
Unknown user avatar

Anonymous il 2017-04-11 19:57:06

Grazie mille. Appunti utilissimi!

wiki ver.... ©
-