Pigmenti vegetali - botanica

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 28-05-2015 Revisionato il 09-02-2022
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Principali pigmenti della pianta - Pigmenti fotosintetici - Pigmenti di colorazione del fiore - Pigmenti e colorazione della foglia

pigmenti vegetali sono una classe di molecole presenti nelle piante caratterizzati dalla capacità di assorbire parte della luce e respingerne altra. Le funzioni dei pigmenti sono varie e spaziano da ruoli attivi nella fotosintesi ad altri ruoli di colorazione della pianta, ad esempio per renderla maggiormente visibile agli animali, specialmente per favorire la dispersione del seme.

Principali pigmenti della pianta

I pigmenti sono delle molecole che riescono ad assorbire parte della luce, su una specifica lunghezza d'onda, e respingere la parte non assorbita. Più precisamente un pigmento opera su una certa lunghezza d'onda, assorbendola, e respingendo tutte le altre lunghezze d'onda.

In una pianta sono presenti molti tipi di pigmenti che, per semplicità, possono essere raggruppati a seconda della loro funzione. Esistono infatti pigmenti che operano, nei cloroplasti, la fotosintesi mentre altri pigmenti hanno il compito di dare un colore particolare al fiore, rendendolo visibile agli uccelli o agli animali che saranno utili per la dispersione del seme o del bolline nell'ambiente.

Pigmenti vegetali
Clorofille Antocianine Carotenoidi Betalaine
Verde Dal blu al rosso (variazione in base al pH) Rosso, arancione e giallo Rosso oppure giallo
Pistacia vera (pistacchio di bronte) leaves

L'intensa colorazione verde delle foglie deriva dalla presenza di grandi concentrazioni di clorofilla.


Giacinto

La colorazione violacea del giacinto è dovuta in larga parte alla concentrazione di antocianine.
 

 Lantana

Le infiorescenze della lantana offrono colori accesi grazie alla massiva presenza di caroteinoidi.


Fiori di bouganville

Il colore giallo di alcune bouganville deriva dalla presenza di betalaina

Pigmenti fotosintetici

I pigmenti fotosintetici sono rappresentati dalle molecole che catturano l'energia solare per poter ricavare l'energia necessaria alla fotosintesi. Il principale pigmento fotosintetico è la clorofilla, al pigmento della clorofilla si aggiungono le ficobiline e i carotenoidi.

Clorofilla

La clorofilla è il principale pigmento fotosintetico ed esiste in tre versioni: clorofilla di tipo A, clorofilla di tipo B e clorofilla di tipo C. La clorofilla di tipo A è essenziale in quanto è l'elemento base del centro di reazione in cui essa è inserita. Le altre clorofille sono dette "accessorie" in quanto estendono il raggio di azione della clorofilla di tipo A assorbendo differenti lunghezze d'onda.

Carotenoidi e ficobiline

I carotenoidi e le ficobiline sono pigmenti accessori che captano differenti lunghezze d'onda della luce, rispetto alla clorofilla, e servono ad ampliare il raggio d'azione di quest'ultima

Pigmenti di colorazione del fiore

La colorazione accesa e vistosa del fiore è dovuta dalla presenza di particolari pigmenti definiti flavonoidi. La famiglia dei flavonoidi è molto numerosa in quanto si conoscono circa 4000 elementi a essa appartenenti e, buona parte di questi composti, sembrano essere degli antiossidanti.

Le antocianine e i flavoni sono le due classi principali della famiglia dei flavonoidi.

Pigmenti e colorazione della foglia

La foglia in piena attività fotosintetica assume un caratteristico colore verde perché la clorofilla è continuamente biosintetizzata. Durante le fasi non fotosintetiche, apprezzabili nelle foglie deiscenti, gli altri pigmenti sono presenti in maggiore concentrazione e conferiscono all'organo fogliare diverse colorazioni.

Foglia in autunno
La foglia assume una caratteristica colorazione autunnale, con gradazioni di rosso/marrone. Questo avviene perché la clorofilla viene, progressivamente, persa durante il processo di deiscenza fogliare. La degradazione della clorofilla porta alla formazione di molecole incolori. Gli altri pigmenti sono più stabili e conferiscono alla foglia la caratteristica colorazione.

RICERCA

Scarica adesso l'ebook

Scarica adesso l'ebook 110 domande di Fisiologia vegetale avanzate e mettiti alla prova con le domande di autovalutazione. Le domande proposte simulano un quiz universitario di verifica o un quiz di ammissione per le facoltà di Medicina, Biologia e qualsiasi altro percorso di Laurea a carattere scientifico.

Scarica adesso l'ebook

Scarica adesso l'ebook Quaderno di Fisiologia vegetale e porta sempre con te le nozioni illustrate di Fisiologia Vegetale.
NETWORK SCIENTIFICO
 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©
-->