Tessuto vegetale

Tavola dei contenuti: Meristemi - Tessuti differenziati

I tessuti vegetali rappresentano le parti della pianta formati da gruppi di cellule specializzate, cioè cellule vegetali che hanno subito un processo di specializzazione tale da permettere una marcata differenziazione, biochimica e funzionale, rispetto alle cellule di altri tessuti.

La prima classificazione dei tessuti vegetali tiene conto della capacità di differenziazione della cellule formanti il tessuto. I tessuti mestistematici sono formati da ammassi cellulare ad alta capacità proliferativa, a differenza dei tessuti definitivi che hanno una minore, se non assente, capacità di differenziarsi.

Classificazione dei tessuti vegetali
Classificazione dei tessuti vegetali in meristemi e tessuti adulti o definitivi.

I tessuti specializzati possiedono un ruolo fondamentale nella pianta poiché servono per le funzioni di sostegno, secrezione e di crescita. I tessuti fondamentali di una pianta sono il parenchima, il collenchima e lo sclerenchima. Quest'ultimo tessuto forma, a sua volta, le fibre e le sclereidi.

Meristemi

Differenziazione e sdifferenziazione cellulare

La cellula vegetale ha una peculiare caratteristica: la capacità di invertire il flusso della differenziazione. Contrariamente a quanto avviene nelle cellule animali, la cellula vegetale - in opportune condizioni - è capace di "tornare indietro" a seguito della differenziazione per originare un altro tipo di cellula differenziata. Ad esempio, da una cellula di una foglia, se opportunamente trattata, è possibile ricreare una intera pianta semplicemente "coltivandola". Questi meccanismi si definiscono di sdifferenziamento cellulare e sono alla base di alcune tecniche di riproduzione delle piante, ad esempio per talea.Meristema e cellula differenziata: differenziazione e sdifferenziazione
I meristemi sono formati da gruppi di cellule indifferenziate con carattere staminali. La cellula meristematica è fortemente preposta alla sintesi proteica poiché dispone di numerosi ribosomi. Al pari di tutte le cellule giovani e non differenziate i vacuoli sono scarsi e poco voluminosi. Il compito della cellula meristematica è quello di favorire, attraverso la duplicazione cellulare e il differenziamento, la crescita in altezza del germoglio e la penetrazione della radice nel suolo.

Parenchima

Il parenchima è un meristema fondamentale presente, in maniera variabile, all'interno della corteccia, nel midollo del fusto e della radice, nella polpa dei frutti e  nel mesofillo (il tessuto fondamentale fotosintetico della foglia).

Alcune cellule parenchimatiche sono disposte in maniera longitudinale all'interno dei tessuti vascolari; questa disposizione viene definita a raggio, dove - per ogni raggio - si osserva una fila di cellule parenchimatiche.

Le cellule parenchimatiche hanno il ruolo di:

  • Biosintetizzare le strutture avventizie, come ad esempio le radici avventizie.
  • Riparare la pianta da traumi e ferite.
  • Operare la fotosintesi clorofilliana.
  • Secernere ed accumulare sostanze di riserva o di difesa (metaboliti secondari).
  • Trasferire sostanze nutritive ed acqua all'interno della pianta, mediante le cellule di trasferimento.

Le cellule di trasferimento sono cellule parenchimatiche con invaginazioni molto marcate della parete cellulare.

Tessuti differenziati

tessuti differenziatitessuti definitivi rappresentano l'insieme dei tessuti differenziati, con una residua capacità di differenziazione, formati da cellule uguali oppure da gruppi di eterocellule.

Collenchima

La funzione del tessuto collenchimale o collenchima è quella di conferire sostegno, e allo stesso tempo flessibilità alla pianta. Le cellule collenchimali, infatti, non sono lignificate.

Sclerenchima

Il tessuto sclerenchimale o sclerenchima è molto duro poichè le cellule che lo compongono sono lignificate. La funzione del tessuto sclerenchimale è quella di dare sostegno alla pianta. Morfofologicamente lo sclerenchima appare come un ammasso di cellule sclerenchimali, costituite in fibre o scleridi.

È, tuttavia, possibile trovare cellule sclerenchimatiche disposte in modo solitario, senza cioè essere associate per formare i tessuti.

Fibre

Le fibre sono lunghi agglomerati di cellule sclerenchimatiche, spesso associate a formare fasci di fibre.

Sclereidi

Gli sclereidi sono degli agglomerati di cellule sclerenchimatiche che formano ramificazioni o stelle. Sono molto più corte delle fibre.

Introduzione alla biologia vegetale: Cellula vegetale, tessuto vegetale, meristema, fasci conduttori (floema e xilema), epidermide.
Organi della pianta: Radice (botanica), fusto, foglia, seme, fiore, infiorescenza.
Riproduzione delle piante: Riproduzione asessuata delle piante, ciclo aplodiplonte.
Fotosintesi clorofilliana: (fase oscura della fotosintesi, fase luminosa della fotosintesi), ciclo di Calvin, ciclo C4.


Botanica sistematica
Briofite: Epatiche, antocerote , muschi.
Crittogame vascolari (Felci o pteridofite): Licofite, psilofite , sfenofite.
Gimnosperme: Cicadofite, ginkgofite, conifere, gnetofite
Angiosperme: Graminaceae, solanaceae, Leguminaceae, asteraceae, papaveraceae, rosaceae, crucifere, ombrellifere, liliaceae. :

Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©