Viscosità - chimica

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 29-01-2017 Revisionato il 11-02-2017
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

La viscosità è una proprietà di un fluido che misura l'attrito interno o, in altre parole, la resistenza allo scorrimento di porzioni del fluido rispetto al fluido stesso. La viscosità, per questa ragione, è un parametro che si oppone alla fluidità che, invece, misura la facilità di scorrimento di un fluido, anche in merito alle proprie porzioni interne.

Un liquido è, generalmente, più viscoso quando il legame debole che porta alla genesi delle forze intermolecolari è maggiormente presente, e determina un aumento della coesione degli atomi o delle molecole del liquido. La viscosità, invece, diminuisce all'aumentare della temperatura. Per questo motivo, un liquido è più fluido alle alte temperature, poiché le particelle che lo compongono possiedono più energia cinetica e generano meno forza attrattiva intermolecolare.

Velocità di scorrimento laminare

La velocità di scorrimento laminare o velocità di scorrimento lamellare, rappresenta la misurazione della velocità di transito di diverse sezioni di un fluido in un condotto, ad esempio un tubo. In linea generale, in un fluido viscoso, in pressione all'interno di un condotto, le lamine interne scorrono a velocità maggiore rispetto alle lamine esterne, a diretto contatto con il tubo; in alcuni casi, la velocità delle lamine è sensibilmente inferiore alle lamine interne oppure può essere addirittura pari a zero.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©