Liquido

Lo stato liquido è uno stato della materia nel quale le molecole che formano la materia, pur interagendo tra loro, non sono capaci di dare una forma definita alla stessa. Per questa ragione, i liquidi tendono a disporsi, anche in accordo alla forza di gravità, occupando la massima superfice disponibile. I liquidi, se sottoposti a pressione all'interno di un recipiente, ad esempio la pressione generata dallo stantuffo in una siringa piena di liquido, offrono un'ottima resistenza e, per questa ragione, si definiscono scarsamente comprimibili.

Liquido e recipiente contenitore
Qualsiasi liquido tende ad espandersi fino ad assumere la forma del recipiente che lo contiene.

Classificazione dei liquidi

I liquidi si classificano, in prima analisi, in base al tipo di legame che tiene unite le molecole o gli atomi costituenti e in base alla tendenza a evaporare o volatilizzare. I liquidi volatili sono formati da molecole legate tra loro attraverso un legame debole intermolecolare; l'acqua è un classico esempio di liquido volatile. I liquidi non volatili, invece, sono caratterizzati da un legame molecolare più forte e stabile; un esempio di liquido non volatile, stabile a temperatura ambiente, è il mercurio liquido.

Proprietà dei liquidi

I liquidi possiedono alcune peculiari caratteristiche fisiche e chimiche. Le caratteristiche fisiche determinano la permanenza in uno stato e la capacità di adattarsi nello spazio e sono, generalmente, tipiche per tutti i liquidi.

  • Incomprimibilità, se sottoposti a pressione resistono alla compressione, non variando, se non sensibilmente, il proprio volume.
  • Fluidità, i liquidi presentano una ridotta coesione tra le molecole che si traduce in un differente grado di viscosità, che dipende il larga misura dalla costituzione del liquido stesso, dalla pressione e dalla temperatura. I liquidi offrono una bassa resistenza allo scorrimento e si definiscono, per questa ragione fluidi.
  • Elasticità, i liquidi sono elastici poiché assumono la forma del recipiente che li contiene e, in spazio aperto, reagiscono a forze di compressione adattandosi attraverso la deformazione. Non vi è, invece, modo di stirare un liquido.

Le caratteristiche chimiche, invece, sono determinate il larga parte dal tipo di liquido e dalla sua composizione.

  • La volatilità, è la tendenza di una sostanza, presente allo stato liquido, ad evaporare.
  • Il punto di ebollizione è il valore di temperatura nel quale il liquido passa dallo stato liquido a quello aeriforme.

Liquefazione e condensazione

La liquefazione e la condensazione rappresentano due passaggi di stato, rispettivamente dallo stato solido e aeriforme, nei quale si assiste nella trasformazione di altri stati di materia verso lo stato liquido. La liquefazione e la condensazione dipendono dalla variazione della temperatura e della pressione.

Stato della materia e passaggi di stato
Passaggi di stato della materia verso lo stato liquido.

Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©