Riflesso miotatico

Il riflesso miotatico è un arco riflesso monosinaptico che rileva il grado di stiramento muscolare, mediante le informazioni ricevute dal fuso neuromuscolare, e risponde all'estensione del muscolo con una modulazione della contrazione delle fibre extrafusali. Il riflesso miotatico, in altre parole, aumenta la "forza" di contrazione del muscolo quando su di esso varia la necessità di compiere uno sforzo.

L'esempio tipico che illustra lo sforzo miotatico è rappresentato dal braccio piegato che inizialmente solleva un peso modesto; in questa situazione non c'è un vero e proprio "pericolo" visto che lo sforzo muscolare è contenuto e gestibile dai muscoli del braccio. Se repentinamente viene aumentato il peso, in maniera involontaria, il muscolo si contrae per rispondere all'aumento di trazione muscolare che può portare ad una interruzione meccanica del tessuto muscolare, comunemente chiamata strappo muscolare.

Trasmissione delle informazioni

Il fuso neuromuscolare rileva il livello di stiramento del muscolo mediante le fibre veloci Ia, che operano una risposta fasica. Le informazioni vengono trasmesse al modulo di integrazione, rappresentato dal midollo spinale a livello del quale, generalmente, avviene una diramazione in piani sinaptici efferenti: una via che innerva il muscolo agonista, che si contrae, ed una via di inibizione diretta al muscolo antagonista.

È da notare che la contrazione del muscolo non determina una desensibilizzazione del fuso, grazie al sistema gamma efferente.

Riflesso miotatico e postura

La postura eretta, tipica dell'uomo, è costantemente coordinata da sensibili e complessi sistemi. Il riflesso miotatico è uno di questi, giacché controlla costantemente le piccole variazioni dell'estensione dei muscoli posturali, per modulare il grado di contrazione degli stessi.

Pagine correlate

 

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©