Anatossina - tossoide - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 27-08-2020 Revisionato il 27-08-2020
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Metodi di inattivazione - Esempi di anatossina - Sicurezza e utilizzo nei vaccini

L'anatossina o tossoide è una tossina che ha subito un processo chimico o fisico d'inattivazione tale da annullare il potere patogeno ma non quello immunogenico. Una tossina inattivata, in altre parole, non è capace d'interferire o alterare le funzioni organiche ma rimane capace di stimolare il sistema immunitario.

I linfociti possono, di conseguenza, rilevare l'anatossina e produrre una risposta immunitaria contro di essa immediata e persistente.

Metodi di inattivazione

La formaldeide è la molecola principale utilizzata per inattivare alcune tossine d'interesse biomedico. Le tossine termolabili possono essere trattate con calore affinché possano essere inattivate. Tuttavia, il calore, degrada le strutture proteiche e può diminuire la capacità immunogenica.

Esempi di anatossina

Gli esempi principali di anatossina sono quelli relativi alla tossina responsabile del tetano o del botulismo. Ambedue tossine sono estratte e purificate e, successivamente, trattate con la formaldeide per eliminare la capacità patogena.

Sicurezza e utilizzo nei vaccini

Il profilo di sicurezza delle tossine trattate è molto alte. Vengono utilizzate da molti decenni per la formulazione di vaccini grazie alla loro capacità di stimolare la specializzazione delle cellule immunitarie della memoria.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Nessuna pagina simile

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©