Clostridi - Clostridium - microbiologia

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 18-08-2020 Revisionato il 19-08-2020
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Morfologia - Presenza ambientale - Metabolismo - Caratterizzazione antigenica - Infezione da Clostridio

I Clostridi rappresentano un genere di batteri (Clostridium) anaerobi obbligati, Gram positivi con fortissimo carattere biomedico. Sono responsabili di alcune - importanti - patologie che derivano dall'azione diretta delle esotossine prodotte.

Il genere Clostridium è noto per la produzione di spore batteriche che interagiscono con il sistema nervoso centrale oppure con altri tessuti, provocandone alterazioni spesso fatali. Le spore possono rimanere vitali e l'introduzione accidentale, ad esempio tramite taglio o escoriazione può rappresentare un concreto rischio per la salute.

Morfologia

Fanno parte dei batteri a bacillo, con un corpo che misura circa 3-8μm.La maggior parte dei clostridi è provvista di un flagello. Normalmente non è rilevata alcuna capsula esterna.

Corpo e struttura dei clostridi.
Schematizzazione del corpo di un Clostridio.

Presenza ambientale

Il loro metabolismo di tipo anaerobio obbligato rende impossibile la sopravvivenza dei clostridi in ambiente aperto. Per questa ragione, le colonie si sviluppano in posti dove la tensione d'ossigeno è nulla o estremamente bassa. Il suolo, l'interno dei tessuti animali e vegetali, il cibo (specialmente in scatola oppure sotto vuoto), rappresentano i luoghi nei quali i clostridi compiono il loro ciclo vitale.

Metabolismo

La mancanza dei citocromi implica che i clostridi non possano utilizzare l'ossigeno come accettore finale degli elettroni. In anaerobiosi obbligata i substrati utilizzati per fini energetici sono diversi ma, tra questi, spiccano gli aminoacidi.

Caratterizzazione antigenica

La tipizzazione antigenica avviene ricercando antigeni specifici presenti nel flagello.

Infezione da Clostridio

Le infezioni da Clostridium possono essere molto pericolose. Il batterio, di per sé, non ha una forte caratterizzazione patologica ma le tossine che esso genera e veicola verso l'esterno (esotossine) interferiscono con alcuni, e vitali, processi dell'uomo e di altri animali. All'interno di una ferita, ad esempio, il clostridio trova un ambiente ideale per moltiplicarsi e per liberare le spore che possono, in poche ore, alterare le funzioni fisiologiche del sistema nervoso centrale.

Classificazione delle infezioni da Clostridi
Batterio Tessuto Sindrome associata
C. tetani Sistema nervoso centrale. Tetano, caratterizzato dalla perenne contrazione muscolare. Può provocare asfissia per il blocco del diaframma e conseguente arresto cardiaco.
C. botulini Sistema nervoso periferico Botulino, caratterizzato dalla disfunzione del sistema nervoso periferico. Provoca asfissia e infezioni polmonari.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©