Stafilococchi - Staphylococcus - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 08-01-2020 Revisionato il 02-02-2020
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Struttura - Metabolismo - Identificazione

Gli stafilococchi (Staphylococcus) fanno parte di un genere di batteri al quale appartengono 32 specie. La maggior parte degli stafilococchi interagiscono con alcuni ospiti animali, uomo compreso, attraverso relazioni di commensalismo oppure di parassitismo. In quest'ultimo caso, gli stafilococchi sono definiti patogeni.

Dal punto di vista della classificazione secondo Gram, gli stafilococchi sono batteri Gram positivi.

La dimensione della maggior parte degli stafilococchi rientra nel range che va dai 0.5 ai 1.5μm.

Nell'uomo sono normalmente presenti sulla cute e nelle cavità corporee. La trasformazione in specie opportunisce mostra la virulenza dei cocchi. Non sono rari i casi di stati patologici molto seri determinati dall'insorgenza di infezioni da stafilococchi. Nei casi più gravi, l'organismo può subentrare in setticemia. Quando l'infezione non è controllata, sia perché non curata in tempo sia per i fenomeni di antibiotico resistenza l'individuo può perfino morire.

Staphylococcus aureus
Ceppo in coltivazione di Staphylococcus aureus, coltivato in agar Baird-Parker

Struttura

La struttura degli stafilococchi è molto complessa. All'esterno sono incapsulati da una capsula formata da polisaccaridi. Procedendo verso l'interno, la cellula possiede una spessa parete cellulare, un complesso formato da peptidoglicano ed acido teoico ed una membrana plasmatica.

Struttura di staphylococcus aureus
Struttura di S. aureus con enfasi sulle formazioni di contenimento a carattere antigenico.

La maggior parte delle strutture di contenimento della cellula si comporta da antigene.

Metabolismo

Gli stafilococchi sono microrganismi aerobi oppure anaerobi facoltativi. Sono batteri ben tolleranti alla concentrazione di cloruro di sodio ed hanno un range termico che li classifica come mesofili. Il loro optimum di temperatura si attesta a circa 30°C. Alcune specie esprimono gli enzimi facenti parte della classe delle catalasi mentre altre non ne sono provvisti. Per questo motivo, la classificazione degli stafilococchi può definire gruppi catalasi positivi e gruppi catalasi negativi.

Identificazione

A seguito del prelievo del campione è possibile operare "a fresco" una prima colorazione di Gram per determinare l'appartenenza al gruppo dei batteri Gram positivi. La successiva coltura, in terreni specifici, permette una migliore valutazione ed una tipizzazione più accurata attraverso l'osservazione al microscopio. Le cellule possiedono la particolare forma a "cocco" e sono disposte a grappoli.

Raggruppamento degli stafilococchi in coltura
Disposizione ragruppata degli stafilococchi in coltura.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

No comments for this page
wiki ver.... ©