Batterio piogeno - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 17-01-2016 Revisionato il 20-10-2017
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Luoghi di infezione - Cura

In microbiologia, si definisce un batterio piogeno, un microrganismo procariote capace di attrarre a sé i granulociti, che rappresentano una linea cellulare adibita al controllo delle infezioni. I batteri piogeni sono caratteristici della formazione di zone purulente, con formazione di pus e del cosiddetto stato di suppurazione.

I batteri piogeni possono, in determinate condizioni, trasformarsi in batteri opportunisti. Ad esempio, in concomitanza con altre infezioni potrebbero generare uno stato di sovrainfezione e compromettere zone più o meno vaste della cute.

Luoghi di infezione

I luoghi tipici di infezione dei batteri piogeni rappresentano i tessuti sottodermici, raramente interessano le parti superficiali della cute anche se possono portare alla formazione di essudati o di lacerazioni.

Cura

L'infezione da batteri piogeni va dapprima valutata e, successivamente, trattata con l'antibiotico di riferimento.

Percorso di immunologia

Introduzione all'immunologia: Sistema immunitario.
Cellule del sistema immunitario: Linfociti, macrofagi.
Risposta immunitaria: Antigene, anticorpo ed epitopo dell'antigene, aptene.
Introduzione alla vaccinazione: Vaccino, richiamo del vaccino, sicurezza dei vaccini.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©