Saggio delle placche - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 24-03-2015 Revisionato il 04-03-2020
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Il saggio delle placche è una procedura attraverso la quale è possibile analizare un ceppo di un virus ottenendo informazioni normalmente sconosciute. La metodologia è relativamente semplice ed altrettanto semplice è la strumentazione necessaria per effettuare il saggio. Normalmente, i virus analizzati appartengono alla categoria dei fagi, cioè virus il cui ospite è una cellula batterica.

I saggi delle placche sono esperimenti relativamente veloci ed economici da condurre, anche se il loro utilizzo è limitato. In alcuni casi, specialmente quando è necessario tipizzare il virus, è obbligatorio ricorrere ad indagini più approfondite quali, ad esempio, quelle di biologia molecolare.

Metodologia

Una coltura batterica, ad esempio in agar, è inoculata con materiale virale. I punti di inoculazione non sono casuali bensì sono ben definiti ed annotati. Qualora il virus abbia capacità fagica, sarà capace di infettare la cellule batterica e - nel complesso - produrrà una variazione del metabolismo. L'alterazione virale può essere apprezzata attraverso la variazione del colore e della consistenza della matrice della placca.

Il diametro osservabile, inoltre, può fornire un parametro per valutare la velocità di replicazione e la virulenza del virus. Tanto più è evidente l'alterazione tanto più il virus è capace di infettare nuove cellule e replicarsi in esse.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©