Salute e benessere: Lebbra

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 13-10-2020 Revisionato il 13-10-2020
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Contagio - Epidemiologia - Sintomi

Il morbo di Hansen è una malattia infettiva conosciuta in precedenza come lebbra. È causata dal batterio Mycobacterium leprae, un piccolo bacillo appartenente al genere dei micobatteri.

Una caratteristica importante del batterio è la sua scarsa velocità di crescita. Per questo motivo la manifestazione clinica della lebbra può richiedere diverse settimana dopo il contagio.

Contagio

Il meccanismo di contagio non è ancora stato definito. Probabilmente la malattia si trasmette attraverso il contatto cutaneo diretto ed è favorita dalla penetrazione infracutanea dell'essudato contenente il batterio. Quello che sembra, invece, chiaro riguarda il basso indice contagio che la malattia possiede. Il trattamento della malattia, anche durante la fase iniziale, azzera la possibilità di contagio interpersonale.

Epidemiologia

I dati riguardanti i contagi sono molto frammentati e, di conseguenza, ricostruire l'epidemiologia della malattia non è facile. È certo che la malattia è ancora endemica in alcune zone del pianeta, specialmente in quelle in via di sviluppo. Nei secoli scorsi, probabilmente, la lebbra poteva essere considerata pandemica sia a causa delle peggiori condizioni igieniche (mancanza di profilassi) sia perché non esistevano ancora alcuna cura.

Sintomi

I sintomi della lebbra sono molto caratteristici e servono anche per la successiva diagnosi. Il primo tratto distintivo è l'assenza di dolore. Questa caratteristica è tale poiché il batterio è capace di distruggere le terminazioni nervose e, di fatto, blocca la trasmissione dell'impulso nervoso dai nocicettori al sistema nervoso centrale.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©