Ciclo lisogeno - microbiologia

Scritto da Fabrizio Crisafulli.
Pubblicato il 30-10-2020 Revisionato il 30-10-2020
Fabrizio Crisafulli

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Fasi del ciclo lisogeno - Vantaggi - Svantaggi

Il ciclo lisogeno rappresenta una delle due forme attraverso le quali un virus è capace di riprodursi e di permanere nella cellula ospite. L'altra forma è rappresentata dal ciclo litico. In questa strategia di replicazione, a seguito della penetrazione nella cellula ospite il materiale genetico dei virus è inglobato nel DNA della cellula infetta. Il genoma risultante ospiterà di conseguenza i geni necessari al virus per la futura replicazione.

Il virus, così "scomposto" nelle sue unità biologiche fondamentali (i geni) può rimanere silente all'interno della cellula ospite e replicarsi con essa. L'attivazione dei geni virali, in genere, coincide con un periodo particolare del ciclo cellulare o, genericamente, avviene quando la cellula si trova in una fase particolare. È noto che alcune situazioni di stress cellulare, ad esempio a seguito di alterazioni del metabolismo, permettano ai virus con strategia lisogena di "emergere" e riprodursi.

Fasi del ciclo lisogeno

L'incorporazione del materiale genetico dentro la cellula ospite determina la formazione di un provirusprofago qualora l'entità fosse un batteriofago. Questa fase può permanere per molto tempo. I geni virali seguono l'andamento del normale ciclo cellulare e vengono duplicati e trasmessi alla progenie.

La fase successive prevede la trascrizione dei geni e la conseguente traduzione. Durante questo periodo, i geni virali sono riattivati da sistemi molto diversi tra loro tra i quali il già citato cambio metabolico. La formazione di una progenie virale funzionante determina un successivo ciclo litico, durante la quale dalla cellula sono espulsi i virus appena assemblati.

Vantaggi

Il vantaggio del ciclo lisogeno è senza dubbio la capacità di poter sviluppare il proprio genoma in una moltitudine di cellule. Basta la singola infezione di una cellula per rendere possibile la trasmissione verticale, a seguito delle divisioni cellulari, del materiale genetico virale.

Svantaggi

Gli svantaggi legati alla strategia lisogena riguardano la capacità dei sistemi endocellulari di rilevare i geni virali e di inattivarli. In alcuni casi la fedeltà di trascrizione potrebbe non essere sufficiente e portare a una incompleta traduzione. In altri casi è possibile che l'introduzione genetica non sia completa, operando di fatto una transfezione.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Nessuna pagina simile

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©