Tossina botulinica - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 17-09-2015 Revisionato il 17-09-2015
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

La tossina botulinica è una tossina prodotta dal batterio Clostridium botulinum che agisce sul sistema nervoso bloccando la trasmissione dell'impulso nervoso a livello della giunzione neuromuscolare. Il risultato dell'azione della tossina che, per la sua attività è anche classificabile come neurotossina, è il blocco della capacità di contrazione del muscolo e la cosiddetta paralisi flaccida definita in questo modo poiché la zona interessata appare flaccida e priva di tono.

L'intossicazione da botulino può avvenire a seguito del consumo di elementi contaminati dal batterio che possono essere avariati poiché mal conservati oppure non sufficientemente cotti. Il calore, difatti, distrugge la tossina. La tossina botulinica è un potente veleno potenzialmente capace di uccidere un uomo anche dopo l'esposizione a piccolissime quantità. Bastano pochissimi nanogrammi per uccidere un uomo.

Meccanismo d'azione

La tossina botulinica blocca la trasmissione dell'impulso nervoso tra il neurone motorio e la placca neuromuscolare, impedendo il corretto aggancio dell'[[acetilcolina]. Sul plasmalemma del motoneurone sono presenti dei recettori con un'alta affinità per la tossina che internalizzano la molecola attraverso la formazione di una vescicola.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©