Tossina tetanica - tossina del tetano - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 27-08-2020 Revisionato il 27-08-2020
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

Tavola dei contenuti: Azione biologica - Resistenza

La tossina tetanica o tossina del tetano è una esotossina prodotta dal batterio Clostridium tetani durante la fase di crescita batterica. È classificata come endotossina poiché, a seguito di un preve periodo nel quale matura internamente al batterio, è espulsa nell'ambiente, dove rimane quiescente.

La spora è normalmente presente nelle zone del suolo non direttamente esposte all'ossigeno ed è biologicamente attiva. Il trasferimento dal suolo all'interno dell'organismo permette la sua attivazione con conseguente danno neurologico.

Azione biologica

La tossina interferisce con il sistema nervoso centrale inibendo, a livello della sinapsi la trasmissione dell'impulso nervoso. L'azione di blocco è concentrata sulla secrezione dei neurotrasmettitori glicina e gABA (acido gamma-aminobutirrico).

Azione sulle diverse classi animali

La tossina tetanica ha un effetto molto marcato sui mammiferi. Altre classi animali, tra le quali i rettili e gli anfibi, sembrano non essere sensibili alla spora per la quale sviluppano una resistenza innata.

Resistenza

La tossina tetanica è molto resistente al calore e ai germicidi ma possiede una scarsa tolleranza all'ossigeno. Quando la spora è esposta ad una tensione d'ossigeno sufficiente, ad esempio quella ambientale, si deteriora progressivamente fino a perdere la sua caratteristica virulenza.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©