Differenza tra microbioma e microbiota - microbiologia

Scritto da Dott. Crisafulli F..
Pubblicato il 19-05-2018 Revisionato il 19-05-2018
Dott. Crisafulli F.

Laureato in biologia, curo da oltre quindici anni siti di informazione scientifica.

I termini microbioma e microbiota sono talvolta utilizzati come equivalenti. In realtà, ambedue i termini descrivono due aspetti differenti della popolazione microbica che esiste in un determinato ambiente. Il microbiota è rappresentato da tutti gli organismi che coesistono in uno spazio definibile mentre il microbioma è l'insieme dei geni posseduto dagli organismi. In altre parole, una volta definito un ambiente - che può anche essere un organismo complesso, quale ad esempio l'uomo - il microbiota rappresenta l'insieme delle varie popolazioni di batteri, virus e funghi da esso posseduto. Ciascun organismo presenta una differente informazione genetica, codificata all'interno dei geni. L'insieme dei geni presenti nella popolazione fa parte del microbioma.

Microbioma umano
Microbiota dell'uomo.

Microbioma e diversità

L'ideale quantificazione del microbioma può essere un indice valutativo della biodiversità. All'aumentare del numero dei geni, difatti, aumenta anche il numero potenziale di specie che possiedono le informazioni genetiche codificate nel gene stesso. La presenza di più geni si traduce in una maggiore quantità di informazione codificate.

Quando il microbiota è capace di esprimere un importante numero di proteine è potenzialmente competente per un metabolismo evoluto. L'ospite può trarre vantaggio dal metabolismo del microbiota poiché, grazie ad esso, può assicurarsi una diversa posizione trofica. Il microbiota, ad esempio, potrebbe metabolizzare sostanze che l'ospite non è in grado di recepire o trasformare. Per lo stesso motivo, anche il microbiota può sfruttare la propria diversità metabolica per metabolizzare molecole o macrocomplessi non sfruttati dall'ospite. La diversità del genoma del microbiota, in altre parole, assume un importante valore nei rapporti di simbiosi o di commensalismo tra ospite e microbiota.

Vantaggi del microbiota codificante

I vantaggi portati da un vasto microbioma codificante e, in genere, da un nutrito pool di specie microbiche, sono molteplici. Nel microbioma umano, ad esempio, il microbiota intestinale permette la pre-digestione di alcune macro- o micro-molecole garantendo il passaggio di essenziali nutrienti dal cibo verso l'organismo. La stessa caratteristica risulta essere utile per l'assorbimento di molecole funzionalmente differenti: alcuni farmaci, ad esempio, sono inizialmente metabolizzati dal microbioma e resi biodisponibili mediante il loro intervento.

 Questa pagina è rilasciata sotto la licenza BiologiaWiki Copyright

Pagine simili

Commenti alla pagine

URL:
No comments for this page
wiki ver.... ©